Quantcast
Porto Venere, assegnato per 55mila euro il fabbricato di Via della Crocetta - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Quattro buste arrivate in comune

Porto Venere, assegnato per 55mila euro il fabbricato di Via della Crocetta

E’ stata assegnata all’unica proposta ammissibile l’asta per la vendita del fabbricato e del terreno di Via della Crocetta, a Porto Venere. Ad aggiudicarsi l’incanto è stato Marco Balducci, originario di Sassari e presidente e amministratore delegato di Nhood Italia, società attiva nel campo immobiliare. L’offerta contenuta nella busta di Balducci era di 55mila euro, tremila in più dell’importo a base d’asta.
Non sono state nemmeno aperti i plichi inviati da Daniele Passeri e Giampaolo Vezzoni, arrivati a Palazzo civico oltre il termine delle 12 di ieri. Un ritardo che gli aspiranti acquirenti hanno attribuito al servizio postale e contro il quale i due hanno annunciato di voler presentare ricorso.
L’ultima busta presentata era quella di Ettore Borlenghi, che conteneva però la risposta al bando di gara di fine 2021 e non a quello aggiornato del 2022, quando l’amministrazione comunale ha stralciato alcuni terreni dalla messa in vendita perché non erano stati valutati dalla Soprintendenza.
“Adesso gli uffici procederanno alle verifiche necessarie per il completamento delle operazioni di vendita – spiega a CDS il sindaco di Porto Venere, Matteo Cozzani -. Mi dispiace per le offerte arrivate in ritardo, ma nel bando è scritto chiaramente che l’amministrazione non può rispondere di certi disguidi”.
Il primo cittadino si dice sereno anche rispetto ai dubbi sulla regolarità del procedimento sollevati ancora nella mattinata di ieri da un’istanza recapitata al Comune. “Sono arrivate decine di comunicazioni su questa asta, ma sono molto sereno rispetto al percorso che abbiamo seguito. Abbiamo immediatamente ritirato i terreni dal primo bando quando ci è stato comunicato dalla Soprintendenza e abbiamo svolto un sopralluogo insieme ai funzionari del ministero, che non hanno sollevato alcun dubbio. Siamo andati avanti per quello che potevamo, ma non si tratta di una questione personale: abbiamo deciso di portare a termine questa vendita come obiettivo di bilancio. Altrimenti avremmo dovuto individuare soluzioni certamente più onerose per i nostri cittadini. A tal proposito – conclude Cozzani – noto che il famoso crowdfunding che era stato annunciato da parte dei firmatari delle petizioni non si è concretizzato e non ho ricevuto nessuna proposta”.
Per l’opposizione in Sala consiglio era presente questa mattina la consigliera Francesca Sacconi. “Questa procedura è la dimostrazione del fatto che non è stato messo all’asta un rudere di scarso interesse: sono pervenute quattro buste e nessuna di queste era legata a qualcuno di Porto Venere. Si sono mossi da fuori, da altre parti d’Italia, per aggiudicarsi un bene che evidentemente possiede un interesse di tipo economico. Nessuno si è mosso per ragioni connesse al cuore, ma al portafoglio. Così come tra i firmatari della petizione ci sono persone che non sono di Porto Venere, allo stesso modo chi si è fatto avanti per l’acquisto non è del luogo. E da oggi è ancora più evidente: su quel fabbricato c’è un potenziale economico che il Comune avrebbe potuto sfruttare in un altro modo”.
leggi anche
Il fabbricato di Via della Crocetta
Mercoledì alle 10 l'apertura delle buste
Giardino pantesco, scaduti i termini per partecipare all’asta. Ma c’è un’altra istanza di annullamento
Consiglio comunale di Porto Venere
Il sindaco: "i terreni sono a disposizione"
Porto Venere, bocciata la mozione dell’opposizione: il fabbricato di Via della Crocetta resta in vendita
Il "giardino pantesco" visto da Porto Venere
Presa di posizione
Giardino pantesco, delegazione Fai: “Col Pnrr finanziamenti possibili, Comune Porto Venere recuperi il bene”
Porto Venere, La Crocetta (2021) (foto Fabio Giacomazzi)
Un'altra voce contro
Via della Crocetta, Posidonia: “Una vendita che impoverisce la comunità e le generazioni future”
Porto Venere, La Crocetta (2021) (foto Fabio Giacomazzi)
Sino all'8 aprile
Porto Venere, il Tar sospende l’aggiudicazione del fabbricato e del terreno di Via della Crocetta
Porto Venere, La Crocetta (2021) (foto Fabio Giacomazzi)
Sentenza attesa per l'8 aprile
Via della Crocetta, il Comune riammette all’asta l’offerta scartata. Ma presenta ricorso contro la decisione del Tar