Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Movimento cinque stelle

Tosi: “L’iter burocratico per il prolungamento del Green pass e per la nuova calendarizzazione del vaccino è di competenza regionale”

Fabio Tosi

 “Il mancato o ritardato tracciamento delle positività non permette alle Asl, alle farmacie e ai medici di base di poter inserire a sistema per tempo l’avvenuto contagio, e questo di fatto ha impedito a molti liguri di poter beneficiare di un Green pass aggiornato, rimandando anche il vaccino. Una persona guarita dal Covid non deve, perché così ci dice la scienza, sottoporsi immediatamente al ciclo vaccinale, bensì deve attendere quattro mesi”. Lo dichiara il capogruppo regionale del M5S Fabio Tosi, che poi aggiunge: “Quanto letto nella giornata di sabato è quindi stato surreale: come al solito, di fronte alla propria incapacità di tracciare, anche a causa del dimezzamento delle squadre Gsat e dell’ostracismo nei confronti delle parafarmacie e delle Pubbliche assistenze che invece potrebbero dare una mano preziosa, Toti fa lo scaricabarile”.

Chiedere al Ministero di dare regole chiare è la classica arrampicata sugli specchi: le regole ci sono e non serve che Speranza faccia chiarezza – prosegue –. Quella anzi va fatta in Liguria, dove sono state semmai le Asl competenti ad agire con 10-15 giorni di ritardo, perché letteralmente sommerse dalle richieste, arrecando così disagio a chi deve vedersi aggiornato il Green pass”.

“Il presidente di Regione, parlando di “mancata conferma diagnostica”, afferma che dovrebbe essere il Ministero a intervenire. E come, di grazia? In base alle normative nazionali, l’iter burocratico per il prolungamento del Green pass e per la nuova calendarizzazione del vaccino, è a capo di tutte le figure che operano nella nostra regione”, conclude Tosi.

Più informazioni
leggi anche
Personal ospedale periodo Covid-19
Bollettino del 24 gennaio
Si allenta la pressione sugli ospedali liguri, 160mila gli spezzini con almeno due dosi
Green pass
Resta l’incognita della quarta dose
Green pass illimitato per chi ha fatto il booster, il governo ci pensa