Quantcast
San Siro, il rinnovo e il gol partita alla Samp. Verde, una settimana da sogno: "Dediato alla mia famiglia" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sempre decisivo

San Siro, il rinnovo e il gol partita alla Samp. Verde, una settimana da sogno: “Dediato alla mia famiglia”

Un altro gol d’autore per il numero 10 aquilotto.

“Siamo felici per questa nuova vittoria, è importantissima e ci permette di prendere ulteriore vantaggio dalle zone calde. Dobbiamo continuare così. Non so come io abbia fatto un gol del genere con il destro, bellissimo, oltretutto su assist di Agudelo che ha così ricambiato il favore di Milano”. Daniele Verde è felice come una Pasqua perché, dopo gli assist al bacio a Marassi e a San Siro, questa volta ha fatto da solo, esplodendo un destro micidiale che decide il match. Una conclusione non banale, coronamento di un’azione bellissima. Lui che è sempre stato considerato “tutto mancino”si è preso un’altra bella soddisfazione ma di belle c’è anche tanto lavoro oscuro, di partecipazione al pressing, alla fase difensiva: anche se non avesse segnato, il voto personale sarebbe stato comunque altissimo. Ma le parole al miele dell’attaccante parteneopeo oggi sono per tutti: “Chiunque entra riesce a lasciare il segno, è il nostro spirito, è quello che fa la differenza. Thiago Motta vuole che giochiamo aggressivi, senza lasciare libertà agli avversari, sempre pronti a conquistare le secondo palle che fanno la differenza. Dedico questo gol alla mia famiglia. Un voto? Non saprei, ma la squadra merita voti altissimi. Segnare subito dopo il rinnovo è il coronamento di una bella settimana e farlo sotto la Ferrovia è la firma più bella”.

Più informazioni
leggi anche
Ivan Provedel
Una certezza
Provedel sempre sul pezzo: “Ora raccogliamo ciò che meritiamo”
Thiago Motta
In grande forma
Motta tre vittorie di fila: “Siamo nella storia, ma piedi per terra”
Marco Giampaolo in conferenza stampa (canale Youtube U.C. Sampdoria)
Parla il tecnico doriano
Giampaolo: “Il pari sarebbe stato più giusto. Ci lecchiamo le ferite, ma la Samp non ha giocato una partita remissiva”