Quantcast
La famiglia Caleo lascia la tenuta di Marinella dopo un secolo e mezzo - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Una lunga storia

La famiglia Caleo lascia la tenuta di Marinella dopo un secolo e mezzo

Attrezzature della canina donate all'Agrario di Sarzana.

La famiglia Caleo dona le attrezzature all'Agrario Arzelà

Si chiude un pezzo della storia contadina sarzanese: dopo un secolo e mezzo la famiglia Caleo lascia il casolare e il prospiciente appezzamento di terreno posti all’interno della tenuta agraria di Marinella. L’abitazione era stata lasciata circa vent’anni fa, ma i fratelli Renzo, Giuliano e Giancarlo avevano continuato a prestare servizio con un contratto di comodato. E continuavano a lavorare: un po’ di vite, un po’ di ortaggi, un po’ di frutta, un po’ di animali di bassa corte; e anche dopo la scomparsa di Renzo avevano seguitato a tenere in ordine e ben curato il podere. Un vero vanto, tanto che tutti i visitatori della tenuta si fermavano a chiacchierare con loro e a godere delle prelibatezze frutto di tanta dedizione.In quell’aia sono passate diverse generazioni di giovanotti, sotto l’ala protettrice della nonna Giudì, del nonno Renato e di zia Adriana. Adesso è in arrivo un nuovo imprenditore e laddove c’erano l’azienda lattiero casearia e le vacche è in programma l’approdo degli ulivi.
Una lunga e onorata storia agricola, quella dei Caleo, che sono stati, oltreché mezzadri di Fabbricotti e de Monte dei paschi, dipendenti dell’azienda marinellese stessa, svolgendo il lavoro con passione e competenza. E proprio per non perdere il patrimonio e la memoria di questa lunga storia fatta di impegno, amore per la terra e piena e genuina sostenibilità, ecco che la famiglia Caleo ha deciso di donare le attrezzature di cantina alla scuola agraria Arzelà di Sarzana. Le botti, il torchio le damigiane, la diraspatrice saranno utilizzate dagli studenti in modo da proseguire e allungare un’attività faticosa ma che ha portato benessere e occupazione a intere generazioni. Un passaggio di testimone suggellato da una piccola cerimonia di donazione che ha visto partecipare gli alunni della 5F Alessandro Simonelli, Iacopo Riga, Lorenzo Paita, Carlo Peselli, Gabriel Bigarani. Ad accompagnarli il professor Riccardo Simonelli e il professor Davide Bongiorni.

Più informazioni
leggi anche
Gli studenti della 4 G dell'Agrario in trasferta a Pisa
Arzelà
Gli studenti dell’Agrario promossi dall’Università di Pisa
Alunni dell'Agrario al Pallodola
Sveglia all'alba e lezione sul campo
Visita al Centro agroalimentare di Pallodola per gli studenti dell’Agrario
Palazzo Remedi, Piazza Immacolata, Ponzano superiore
La candidatura
Palazzo Remedi cuore della rinascita di Ponzano superiore
Castelnuovo Magra
Pnrr
Formazione al centro del progetto di rigenerazione di Castelnuovo