Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
In provincia di varese

Cinque mesi di indagini per trovare il molestatore di Monterosso

E' stato arrestato e ora dovrà rispondere in Tribunale dell’accusa di violenza sessuale.

spiaggia Monterosso

La notte dello scorso 1° agosto, una ragazza non ancora maggiorenne, in vacanza a Monterosso aveva vissuto un autentico incubo. Un ragazzo più grande di lei, dopo averla avvicinata e averla convinta a seguirlo in spiaggia, si era fatto sempre più insistente ed aveva allungato le mani sulle parti intime di una turista, palpeggiandola a forza. La ragazza, benché terrorizzata, era riuscita a scappare e si era rivolta ai Carabinieri della stazione locale per denunciare i fatti. Le indagini, immediatamente avviate, erano risultate particolarmente complesse ma, anche grazie al sistema di videosorveglianza del Comune, la tenacia e la costanza dei Carabinieri hanno permesso loro di ricostruire minuziosamente, passo dopo passo, tutti gli eventi di quella sera.

Il protagonista, un ragazzo di origine marocchina di circa 30 anni, è stato così identificato. Pochi giorni fa l’autorità giudiziaria, valutati gli elementi a suo carico raccolti nelle indagini, ha emesso un provvedimento di custodia cautelare in carcere e il giovane, individuato in un paese in provincia di Varese, dove vive stabilmente vive e lavora, è stato raggiunto e arrestato dai militari monterossini e dai colleghi della Compagnia della Spezia. Attraverso il lavoro certosino degli investigatori è stato possibile ricostruire tutte le fasi della terribile serata vissuti e narrati, con notevoli e comprensibili difficoltà dalla ragazza, ha permesso di giungere all’identificazione del responsabile, che ora dovrà rispondere in Tribunale dell’accusa di violenza sessuale.

Più informazioni
leggi anche
Squadra Mobile
Caso risolto in pochi giorni
Tentò violenza sessuale su una turista francese: arrestato
Carabinieri
Le operazioni
Due arresti per violenza sessuale e truffe in Val di Magra