Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Il monitoraggio settimanale

Gimbe: “Sanità territoriale in tilt. Nuove misure anti-Covid tardive e insufficienti”

Tampone

Coronavirus: +153% nuovi casi in una settimana. 1,26 milioni di attualmente positivi e 63 province con oltre 1.000 casi per 100mila abitanti. Sono solo alcuni dei punti del monitoraggio settimanale effettuato dalla Fondazione Gimbe nel periodo 29 dicembre – 4 gennaio.
Gli analisti rilevano in tutta Italia una sanità territoriale in tilt, mentre sale la pressione sugli ospedali: +28% ricoveri, +21,6% Terapie intensive. E le nuove misure anti-Covid introdotte dal governo sono insufficienti, tardive e frutto di compromessi politici al ribasso.

Il monitoraggio rileva un’esplosione dei nuovi casi in tutte le regioni con impennata dei tassi di positività che raggiungono l’8,2% per i tamponi antigenici rapidi e il 24% per i tamponi molecolari. Crescono i ricoveri in area medica (+2.823) e in Terapia intensiva (+247). Sono oltre 123mila i nuovi vaccinati over 12, mentre non decollano le vaccinazioni nella fascia 5-11 anni: in 3 settimane solo 400 mila somministrazioni. Per quanto riguarda le terze dosi il tasso di copertura è al 67,7% con rilevanti differenze regionali. Infine, approfondendo il giudizio sulle nuove misure anti-Covid: non convincono l’obbligo vaccinale e super green pass al lavoro solo per over 50 e il fatto che non ci sia nessun piano B per gestire il sovraccarico dei servizi sanitari, né il lockdown di fatto verso cui si avvia il Paese.