Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Dal 10 gennaio

Tutti in Dad con più di quattro positivi, la proposta delle Regioni per la ripartenza della scuola

Per scongiurare l'aumento significativo di classi in quarantena.

Studenti

E adesso cosa succederà a scuola? Confermata la ripartenza della scuola il 10 gennaio, nonostante alcune regioni chiedessero un rinvio ma con un accordo per accompagnare un momento molto delicato e scongiurare l’aumento significativo di classi in quarantena, piuttosto difficile da evitare dopo la lunga pausa natalizia. Ecco perché sul tavolo del Governo, le regioni hanno portato la proposta di ricominciare, sì, ma con un’avvertenza: si passa ad una Dad integrale per una settimana solo in presenza più di 4 contagi in classe per le scuole elementari e per la prima media. La proposta prevede anche l’esecuzione di un tampone al termine del periodo di quarantena, ma solo per i non vaccinati, a meno che i vaccinati non accusino sintomi. Sotto la soglia dei 4 positivi rimarrebbero solo l’autosorveglianza per tutti e la raccomandazione di indossare la mascherina Ffp2, oltre a quella di astenersi dalla frequentazione di ambienti differenti da quelli familiari. La raccomandazione “razionale” delle Regioni è quella di prevedere questa misura in vista di una copertura vaccinale alta (70%) con contatti a basso rischio e di tenere conto dell’andamento epidemiologico e in particolare della variante Omicron.

Più informazioni
leggi anche
Una classe
Dopo le festività
Rientro a scuola in Dad? Il governo ci pensa per scongiurare l’impennata delle classi in quarantena
Una classe
Cambio di linea
Scuola, dietro front del governo: in Dad con tre contagi per classe
Andrea Costa
Noi con l'italia
Scuole, Costa: “Più prevenzione con medico negli istituti per evitare Dad”