Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
A brugnato e cadimare

Bach, Haendel, Spirituals riecheggiano a Brugnato e Cadimare grazie alla coppia Cimino-Cominetti

Cimino e Cominetti

Due appuntamenti con la musica classica nelle serate di oggi, 27 dicembre nella Cattedrale Brugnato, e domani, 28 dicembre nella Chiesa di Nostra Signora del Pianto a Cadimare. A partire dalle 21 musica dal vivo per tromba e organo con Lorenzo Cimino ed Ennio Cominetti con musiche di Bach, Haendel, Spirituals.

LORENZO CIMINO
Si è diplomato in tromba e composizione Jazz  E’ docente di Strumento Musicale Liceo musicale
Ha effettuato docenze presso Università di Pisa, Conservatorio di Bologna, Istituto Boccherini Lucca.
Si è perfezionato con Pierre Tibhaud, Antoine Curè
Ha effettuato numerose registrazioni per conto della Rai, Cd da solista  e vinto l’audizione per Prima tromba nell’orchestra del Festival di Fermo.
Ho svolto un’intensa attività concertistica, fondando e lavorando per 10 anni l’Ensemble Scelsi, eseguendo anche numerose composizioni in prima esecuzione assoluta.
Molti compositori hanno dedicato brani alla sua tromba come : Giorgio Gaslini, Luciano Chailly, Pietro Grossi, Marco Betta, Piero Luigi Zangelmi, Claudio Josè Boncompagni, Fernando Mencherini, Gaetano Giani Luporini, Giovanni Sollima, Giuseppe Bruno, Paola Ciarlantini, Andrea Nicoli. Tali opere sono raccolte nel Cd 60 x 1 ed Blue Freak
Ha inoltre suonato con : Giorgio Gaslini, Tony Scott, Dado Moroni, Andrea Giuffedi, Mattia Cigalini, Flavio Boltro.
Nel 1997 è tra i solisti che inaugurano Il Teatro Comunale di Noto (Sr) al fianco di Katia Ricciarelli e gli Archi della Scala.
Nel 1998 Partecipa alla realizzazione del CD “Amore Pirata”ed Il Manifesto al fianco di Lester Bowie.
Ha partecipato come solista ai seguenti Festival e Rassegne: Anfiteatro Jazz (Lucca); Bologna Sogna (Bologna); Serate Musicali (Milano); in Germania Unna, Ludenscheid e Bochum per la rassegna Neue Kammermusik; Romaeuropa ; Trieste Contemporanea, Goethe Institut ; Teatro Manzoni (Pistoia); Teatro delle Erbe (Milano); Teatro del Giglio (Lucca); Teatro Comunale (Noto); Teatro Comunale (Firenze); Teatro Verdi (Pisa), Teatro Civico (La Spezia), Teatro Pacini (Pescia), Cattedrale (Cefalù), Sirmione per La Grande Estate, Estate Spezzina, Pescara Teatro S.Andrea, Sestri Levante Festival Andersen, Piacenza Palazzo Farnese, Quimper (Festival de cuivre), Bari Cattedrale, Sulmona Concerti di Mezzanotte, Lerici Music Festival, Rossini Open, Cluster Music Festival Lucca
Nel 2016 in occasione dei 100 anni del Dadaismo suona e scrive le musiche della Performance “WiTz” unico progetto italiano premiato dalla Fondazione Dada 100 di Zurigo
Nel 2018 esce il suo primo CD come compositore “Mondo Volato” ed Blue Freak
Nel 2020 partecipa con 2 sue composizioni al Festival della Chigiana Siena
Nel 2021 Cura gli arrangiamenti per l’omaggio a Fred Buscaglione e suona con Peppe Servillo, Javier Girotto
E’ direttore artistico del Festival Internazionale del Jazz della Spezia

ENNIO COMINETTI
è organista, compositore, direttore di coro e d’orchestra. Svolge attività in ogni parte del mondo. Si è esibito come solista e come direttore, con oltre mille concerti, nelle più importanti cattedrali e in alcuni fra i più noti teatri di Europa, Nord, Centro e Sud America, Medio Oriente e Africa: Cattedrale di S. Paolo a Londra, Notre Dame di Parigi, Castello di Charlottenburg, Kaiser-Wilhelm Gedektniskirche e Duomo di Berlino, Cattedrale di Tallin, Cattedrale di Varsavia, Teatro Filarmonico di S.Pietroburgo, St.Tomas Church di New York, Cattedrale di Indianapolis, Berkley-University di S.Francisco, R.Bush Hall di Harvard, Kings-Chappel di Boston, Cattedrale di Atlanta, Cattedrale di Guadalajara, Università Mormona e Chiesa Cristiana Protestante di Gerusalemme, Basilica di Notre Dame d’Afrique in Algeri, tanto per citarne alcune. Le capitali e i Festival non si contano: Roma, Milano, Firenze, Venezia, Napoli, Bari, Palermo, Monaco di Baviera, Colonia, Amburgo, Hannover, Dortmund, Darmstadt, Aachen, Bonn, Copenaghen, Stoccolma, Uppsala, Cristiansand, Helsinki, Dublino, Madrid, Minorca, Buenos Aires, Rosario, La Plata, Montevideo, Montreal, Cleveland, Indianapolis, ma anche i festival di Salisburgo, Aaland, Lucerna, Bourges, Le Havre, Carcassonne, Avignon, Auxerre, Sant-Tropez, Bruges, Maastricht, Linz, Bratislava, Heidelberg, Trier, Ulm, Ingolstadt, Kiel, Lubecca, Weimar, Mülhausen, Olmutz, Danzica, Lublin, Kielce, Cracovia ecc.
I suoi concerti vengono accolti in questo modo sui giornali di tutto il mondo: “Nemmeno ad Heidelberg capita tutti i giorni di poter ascoltare un interprete così eccellente come l’organista Ennio Cominetti. Si è presentato come solista di grande virtuosismo (…) con un fuoco d’artificio di articolazioni organistiche e di possibilità di fraseggio che hanno trasformato l’ascolto in un avvenimento”. (Rhein-Neckar-Zeitung, Heidelberg, 14.8.1992); “Il récital di Cominetti: una lezione di compostezza e di stile” (Il Giornale, 4 Aprile 1989); “La sua chiara e pulita esecuzione scaturisce dall’intuito del vero senso del linguaggio musicale” (Il giornale di Lugano, gennaio 1980).
La sua attività divulgativa nel campo della musica sacra, e dell’organo in particolare, lo ha portato a promuovere festival e rassegne nei pur minuscoli luoghi dove vive, per altro ricchi di strumenti storici di assoluto valore; nel “Circuito Organistico Internazionale in Lombardia”, ideato e diretto da Ennio Cominetti, con circa ottanta concerti l’anno da vent’anni vengono valorizzati alcuni fra gli organi storici più significativi della regione.
Ha inciso CD, realizzato video, scritto articoli per riviste musicali italiane ed europee, tenuto conferenze, master class, presieduto giurie…
I suoi Cd vengono accolti così: “Cominetti spazia abilmente tra le modeste possibilità foniche dello strumento aggiungendo e togliendo i registri al momento giusto, mantenendo un grande equilibrio sonoro. A questo si aggiunga una grande capacità di articolazione e una lettura chiara e meditata che rende sempre perfettamente udibile l’intreccio delle voci e i loro giochi di rimandi. La sensazione è quella di pagine facili tanto è la leggerezza e la naturalezza di Cominetti” (G. Capponago del Monte in CD Classica, Luglio/Agosto 1997). Ha fondato e dirige l’Orchestra Cameristica Lombarda, l’Ensemble Vocale “Soli Deo Gloria” e il Coro Accademico Lombardo, compagini formate esclusivamente da musicisti professionisti, oltre all’Ensemble strumentale “La scala”. I repertori di tali formazioni spaziano dall’Opera lirica all’Operetta, musica sinfonica, da camera, Madrigali, Mottetti e Oratori, senza disdegnare, per altro, la musica moderna.
Compositore di musica organistica (vincitore del Concorso Internazionale di Composizione per organo di Magadino, Svizzera, nel 1982), strumentale, corale e per banda, ha avuto svariate rappresentazioni per Rai Radio 3 ed emittenti straniere come, ad es., la Bayerishe Rundfunk. Dopo aver ottenuto la cattedra di Organo complementare e canto gregoriano al Conservatorio di Trapani, vi ha rinunciato per dirigere il dipartimento di musica sacra dell’Arts Academy di Roma dove per alcuni anni ha tenuto anche la cattedra di perfezionamento in organo, portando alcuni allievi a guadagnare riconoscimenti nel corso della loro carriera.
Oltre alla attività concertistica, discografica, pubblicistica, organizzativa e divulgativa, Ennio Cominetti si occupa oggi anche della direzione artistica della casa editrice EurArte.

leggi anche
Rita Maggiani, flauto, e Francesca Dumas, pianoforte
Domenica 12 dicembre
Il Duo Undine per le Domeniche in musica al ridotto del Teatro Impavidi
Miren Extaniz
Direttore artistico di "concerti a teatro"
Extaniz: “Ritorniamo finalmente ad ascoltare la musica dal vivo”