LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Multisensorialità

Esperienza immersiva e valorizzazione collezione paleontologico-archeologica al castello di Lerici

Il Comune mette in agenda una serie di azioni e obbiettivi per una ulteriore valorizzazione del bene.

Pensare un tempo migliore

L’amministrazione comunale di Lerici vuole portare avanti l’opera di valorizzazione del castello di San Giorgio, “attuando ulteriori interventi mirati e specifici che contribuiscano ad una migliore fruizione del bene da parte dei visitatori”, come si legge nella delibera con cui la giunta Paoletti ha approvato le linee di intervento in questo senso.
Palazzo civico, in particolare, intende perseguire lo specifico obbiettivo della realizzazione di allestimenti museali che garantiscano la comprensione delle fasi salienti della storia del castello attraverso un’esperienza immersiva e multisensoriale “che accompagni il visitatore all’interno di un luogo vivo ed inclusivo – si legge – capace di raccontare se stesso e di stimolare curiosità per ulteriori approfondimenti”. L’intervento di valorizzazione del Castello, spiega la delibera, si concretizzerà mediante la valorizzazione del percorso di visita già individuato; la creazione di un’esperienza immersiva di storytelling realizzata attraverso immagini, suoni ed evocazioni, finalizzata a raccontare le peculiarità artistiche e architettoniche del castello e le vicende storiche che hanno interessato l’edificio nel corso dei secoli; e ancora, attraverso la valorizzazione della collezione paleontologica e archeologica, nucleo originale del dismesso museo geopaleontologico, nonché della collezione di fossili Tanfi Santoli.
Le principali azioni di intervento consisteranno nella dotazione di connessione wi-fi, nel completamento dell’allestimento della sala conferenze, nell’attrezzare l’ingresso a funzione di biglietteria, nell’affidamento a un soggetto terzo “affinché siano realizzati allestimenti museali caratterizzati da innovative tecniche di storytelling”, uniti alla “verifica della fattibilità di instaurare sinergie e collaborazioni con la Soprintendenza della Liguria, atenei universitari e altri soggetti a vario titolo competenti in materia, finalizzate allo studio di approfondimento scientifico del castello di Lerici in particolar modo per quanto attiene gli aspetti storico architettonici”.
A occuparsi della realizzazione operativa dei nuovi allestimenti museali sarà l’architetto Joshua Enrico Pagano, il cui progetto in merito è stato acquisito nei giorni scorsi dall’ente, che lo ritiene coerente con il Piano di valorizzazione del castello approvato nel 2017 nonché con le linee guida adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per la fruizione dei luoghi di cultura a seguito dell’emergenza pandemica.

Più informazioni
leggi anche
La scuola Mantegazza di San Terenzo
880mila euro
Nove mesi di lavori alla scuola Mantegazza, sarà pronta per l’anno scolastico 2022/23
Pensare un tempo migliore
Fino al 31 maggio 2022
Mezzo secolo di Tamberi artista, protagonisti il tempo e il mare
Una ragazza nuda si staglia su Slide, di Bruno Contenotte
Camec
Arte e design a confronto nella Lerici di mezzo secolo fa
Il Castello Doria e le mura
Porto venere
Castello Doria aperto tutti i giorni per le festività natalizie
Comune di Lerici
11mila euro
Lerici vende due moto della Municipale al Comune della Spezia
Primi passi verso il recupero della Batteria Bassa di Santa Teresa
Il forte
Batteria bassa di Santa Teresa, primi passi verso il recupero
Il castello di Fivizzano
"museo diffuso"
“I castelli della Lunigiana storica vengano inseriti tra i patrimoni dell’Unesco”
Lerici, vista dalla sala consiliare
"probabilmente qualcuno voleva banchettare"
“Piano casa, con altra procedura avremmo avuto far west edilizio”