Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Venerdì, sabato e domenica

Jane Austen sul palco del Civico, in scena ‘Orgoglio e pregiudizio’

Una produzione di Marche Teatro/Teatro di Napoli-Teatro Nazionale.

Orgoglio e pregiudizio, foto di Matteo Delbò

Prosegue nel segno di Jane Austen la Stagione di Prosa 2021/2022 al Teatro Civico della Spezia. Venerdì 17 dicembre alle 20.45 (con repliche sabato 18 e domenica 19, stesso orario) andrà in scena Orgoglio e pregiudizio, una produzione di Marche Teatro/Teatro di Napoli-Teatro Nazionale che vede protagonista Arturo Cirillo, affiancato sul palco da Valentina Picello, Francesco Petruzzelli, Sabrina Scuccimarra, Rosario Giglio, Eleonora Pace, Giacomo Vigentini, Giulia Trippetta.

La regia è curata dallo stesso Cirillo, attore teatrale vincitore di numerosi riconoscimenti anche come regista (dall’Ubu al Premio della Critica), che ha fortemente voluto questa prima trasposizione italiana dal romanzo al palcoscenico. Della scrittrice inglese, come sottolinea nelle note di regia, Cirillo apprezza (oltre al dono folgorante per i dialoghi) sia l’ironia sia lo sguardo acuto e nel contempo distaccato sui personaggi. La Austen “si cala nei suoi personaggi/alter ego amandoli e prendendoli un po’ in giro, magari standosene nascosta dietro una tenda ad osservarli, ridacchiando tra sé. – scrive Cirillo – Da dietro quella tenda, come nel buio di una quinta, celata agli sguardi altrui ma attenta a non farsi sfuggire nulla di ciò che accade, Jane Austen reinventa la realtà attraverso la sua rappresentazione, ma mai smettendo di essere vera. Come avviene in teatro”.

Pubblicato il 28 gennaio 1813, Orgoglio e pregiudizio è uno dei più celebri romanzi di Jane Austen, un’opera che ha conosciuto diverse versioni cinematografiche e televisive. Ancora oggi molto apprezzato e tra i libri più venduti negli scaffali dei classici, racconta con impareggiabile grazia e uno sguardo acuto sui personaggi le caratteristiche sociali di un periodo – la fine del’700 – in cui per le donne l’unica possibilità di sopravvivenza era quella di fare un buon matrimonio. Ma Elisabeth, secondogenita della famiglia Bennet, testarda e appassionata, vuole sposarsi per amore e non per interesse. Quando conosce Mr Darcy, ricco e affascinante scapolo in età da matrimonio, lo trova arrogante e presuntuoso. Entrambi sono arroccati sulle proprie posizioni, e questo causerà tra loro fraintendimenti, schermaglie e sofferenze. Alla fine tutto si ricompone, malgrado gli ostacoli e contro ogni aspettativa.

Prezzi

I settore platea, barcaccia e palchi I fila: intero € 25 – ridotto Cral e over 65 € 22 – Studenti e membri associazioni Teatro amatoriale: € 12

II settore platea, I settore galleria, palchi di II fila: intero € 20 – ridotto Cral e over 65 € 17 – Studenti e membri associazioni Teatro amatoriale: € 8

II settore galleria, palchi di III fila: intero € 12 – ridotto Cral e over 65 € 10 – Studenti e membri associazioni Teatro amatoriale: € 6

Vendita on line su Vivaticket

Info:

Botteghino Teatro Civico La Spezia (ingresso da via Carpenino)

Orari di apertura: dal lunedì al sabato ore 8.30/12, il mercoledì anche dalle 16 alle 19

Nei giorni di spettacolo la biglietteria sarà aperta a partire dalle ore 18 fino a inizio spettacolo

Tel. 0187.727521 – www.teatrocivico.it – info@teatrocivico.it

Si ricorda inoltre che sulla base del DL172/2021l’accesso al Teatro Civico sarà consentito solo previa esibizione di super Green Pass (o Green Pass rafforzato), unitamente al biglietto dell’evento.

Più informazioni
leggi anche
Orchestra Filarmonica di Lucca
Organizzato dalla società dei concerti
Il Capodanno al Civico e la Filarmonica di Lucca: si brinda a teatro
Giuseppe Giacobazzi
Sabato 11 dicembre
“Noi, mille volti e una bugia” Giacobazzi arriva al Civico. Inizio spettacolo posticipato di mezz’ora
Pierino, il lupo e l'altro al Civico
Giovedì 30 dicembre
‘Pierino, il lupo e l’altro’ raccontato al Civico da Arturo Brachetti
Parco delle mura
Gli appuntamenti
Visite guidate al Parco delle mura, gli Scarti mettono in scena Patroni
Fabio Condemi, foto di Claudia Pajewski
E domenica il tea time
Alla ricerca di un fratello scomparso da 25 anni, Filippo Ceredi a Fuori Luogo