Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Luogo di ritrovo tra i preferiti dei giovani spezzini

Droga nascosta nella mascherina, ma i carabinieri capiscono tutto

Piazza Verdi

Ieri pomeriggio in Piazza Verdi, una pattuglia dei carabinieri della Spezia impegnata in un servizio di controllo del territorio ha notato, fermi in disparte in una strada che costeggia l’edificio delle Poste, due giovani stranieri intenti a confabulare tra loro. I carabinieri, insospettiti, si sono avvicinati, al che uno dei giovani ha immediatamente tentato di allontanarsi e, non riuscendovi, li ha spintonati e strattonati nel tentativo di guadagnare la fuga. La reazione ha indotto i militari ad un controllo approfondito, con una perquisizione sul posto, non prima però di aver notato che il soggetto aveva evidenti difficoltà nel tenere correttamente la mascherina di protezione sul viso. Dal controllo è emerso il perché: all’interno di quella mascherina erano in realtà nascosti oltre due grammi di cocaina, già suddivisa in sei dosi pronte per essere spacciate.

Entrambi gli stranieri sono stati accompagnati in caserma e identificati. Il secondo però, risultato estraneo alla detenzione di stupefacenti, è stato poi rilasciato, mentre quello trovato in possesso della cocaina, un tunisino 18enne già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici di cu si era reso responsabile in città, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Benché dichiaratosi senza fissa dimora e privo di occupazione, nascosta indosso aveva anche una discreta quantità di denaro, che si ritiene provento di precedenti illecite cessioni di droga. Trascorsa la notte in camera di sicurezza in caserma, nella mattinata è stato condotto dinanzi al Gip presso il Tribunale della Spezia, che ha convalidato l’arresto e lo ha condannato il a 4 mesi di reclusione.

Più informazioni
leggi anche
Area parcheggio sequestrata a Sarzana
Al setaccio gli ultimi tre decenni
Rapine, furti e la tecnica del “falso carabiniere”, sequestrati beni per 800mila euro
Carabinieri
Era incensurato
Centro storico: erba, hashish e droghe sintetiche trovate in casa di un trentacinquenne