Quantcast
"Ancora qualche spiraglio su Enel, classe politica spezzina si comporti con onore" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Turbogas

“Ancora qualche spiraglio su Enel, classe politica spezzina si comporti con onore”

Avantinsieme: "Ci asteniamo dal partecipare al triste rimpallo di responsabilità funzionale soltanto ad acquisire qualche consenso in più in vista delle prossime elezioni".

Comune della Spezia

“Dunque, i ministri Cingolani e Franceschini, per quanto di loro competenza, hanno dato parere favorevole alla costruzione di una centrale turbogas a Vallegrande. Le ‘superiori esigenze nazionali’ ancora una volta hanno avuto la meglio sui diritti degli spezzini, per quanto la città avesse già abbondantemente pagato in termini di salute e di sfruttamento del proprio territorio per oltre sessanta anni”. Si apre così la nota del movimento Avantinsieme. “Pur consapevoli che una centrale a gas è meno impattante di una a carbone – prosegue l’intervento -, avevamo non solo detto di no al turbogas per ragioni ambientali e di salute pubblica, ma anche perché credevamo e crediamo che quell’enorme area, per la sua strategica ubicazione, possa essere utilizzata come volano economico industriale per la città. Lo dicemmo nel 2017, lo ripetiamo ancora oggi: con questa scelta, se confermata, si perdono occasioni per incidere positivamente sul il futuro della città e di tutta la su a provincia. Noi ci asteniamo dal partecipare al triste rimpallo di responsabilità, di accuse incrociate che immediatamente ha acceso il dibattito politico locale, perché lo riteniamo non costruttivo ma funzionale soltanto ad acquisire qualche consenso in più in vista delle prossime elezioni. Chiediamo invece che vengano compiuti tutti i passi possibili affinché l’iter procedurale non si completi, l’autorizzazione non venga concessa e si proceda al contempo a convincere Enel ad investire nell’area di Vallegrande in attività innovative, centri di ricerca e produzione di energia green: l’idrogeno verde può essere una proposta da approfondire. Pensiamo che ci sia ancora qualche spiraglio per rovesciare la situazione. In ogni caso chiediamo che la classe politica cittadina, una volta tanto coesa, si comporti con onore”.

Più informazioni
leggi anche
Luca Bergonzoli
Controcorrente
Enel, Cantiere liberale: “Turbogas necessario, Cambiamo recuperi il pragmatismo”
Veduta della centrale Enel dalle Pianazze
Enel
Turbogas, Arci: “Dalla politica locale uno spettacolo senza pari di attribuzione reciproca delle responsabilità”
Centrale "Eugenio Montale" di Enel
Enel
Italia Nostra: “Turbogas tecnologia ormai obsoleta”
Centrale Enel, i vecchi serbatoi dell'olio combustibile
"subito una delibera regionale"
Legambiente: “Decisione su turbogas inaccettabile e incomprensibile”
Marco Raffaelli
Enel
Raffaelli: “Frijia vuole polo rinnovabili, ma in cinque anni mai una presa di posizione pubblica contro turbogas”