Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"ricreare polo difesa nazionale"

Andreini: “Giù le mani da Oto e Wass”

L'intervento dell'esponente Psi, membro del Dipartimento lavoro del partito.

Sciopero in Oto Melara, picchetto e corteo dei lavoratori per dire no alla vendita

Il Dipartimento lavoro nazionale del Partito socialista, si legge nella nota di Marco Andreini, del Dipartimento lavoro nazionale Psi, “è pienamente solidale con la battaglia messa in campo dal sindacato per difendere la centralità dei prodotti della difesa in ambito nazionale. Già una volta la sollevazione della città impedì la cessione dell’azienda ai tedeschi. Prima di decidere la cessione di MBDA e di Wass, Leonardo deve rispondere a quelli che sono gli interessi del Paese. E gli interessi del Paese sono quelli di ricreare un vero e proprio polo della difesa nazionale, fino a quando non ci saranno le condizioni per un sistema di difesa europeo che si pone quanto mai necessario, visto anche le pretese imperialiste del nuovo zar. Oggi nessuno può permettersi di marginalizzare due realtà così strategiche del nostro paese. Attendiamo dal Governo e in primis dal nostro ministro Orlando e dai nostri parlamentari lo stesso grado di reazione che si registrò quando la Merkel voleva spacchettare l’azienda, al tempo di Finmeccanica. Giù le mani da Oto e da Wass”.

Più informazioni
leggi anche
Sindacati Fiom e Uilm a Roma
Dopo le cessioni di ansaldo breda e sts
Fiom e Uilm a Roma per Oto Melara: “Ennesima vendita al miglior offerente”
Il sindaco Pierluigi Peracchini incontra i vertici sindacali di Oto Melara
Lunedì sciopero lavoratori
Peracchini: “Difendere l’italianità di Oto Melara è difendere i lavoratori”
Il corteo dei lavoratori ritorna verso Oto Melara
La protesta
Sciopero in Oto Melara, centinaia di lavoratori in corteo. Via Valdilocchi chiusa