Quantcast
Toti: "I manifesti di Grazzini? E' un bell'uomo. La rottura con Forza Italia potrebbe allargarsi al resto della Liguria" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Toti: “I manifesti di Grazzini? E’ un bell’uomo. La rottura con Forza Italia potrebbe allargarsi al resto della Liguria”

Giovanni Toti

“I manifesti con il volto di Nanni Grazzini sugli autobus? E’ un bell’uomo. Ma quando stanotte mi hanno mandato le fotografie credevo che fosse una pubblicità di cosmetici. Invece sono manifesti politici, gli auguro tanta fortuna. C’è un tema da definire: mi auguro che Forza Italia rientri nella coalizione anche perché c’è un assessore in carica con la tessera di Forza Italia in tasca. E’ paradossale: non saprei come dipanare la matassa con un pezzo di Forza Italia in giunta con il sindaco Peracchini mentre questo signore gira sulle fiancate degli autobus della città. Se Forza Italia si dovesse escludere dall’appoggio a un sindaco che ha fatto benissimo per tutta la coalizione non sarebbe una cosa che riguarda solamente Spezia ma anche il resto della Liguria, da Genova alle elezioni del 2023. Sono certo che avremo un centrodestra unito per la candidatura di Peracchini: ieri mi sono visto con Edoardo Rixi e Matteo Rosso e ancora una volta i principali partiti della coalizione hanno ribadito la bontà del progetto e la fiducia che questo sindaco ha da Cambiamo alla Lega a Fratelli d’Italia. Anche il sottosegretario Costa ha parlato di dissapori del passato ma anche di un dialogo aperto col sindaco e con noi in Regione”. Lo ha detto il presidente della Regione Giovanni Toti a margine della cerimonia per l’avvio delle operazioni di scavo della galleria Pellizzarda (qui) riguardo ai manifesti pubblicitari che da questa mattina circolano per le strade cittadine con il volto di Nanni Grazzini, commissario provinciale di Forza Italia.

Il leader di Cambiamo ha commentato anche le indiscrezioni sull’avvicinamento tra Italia viva e Coraggio Italia nelle stanze romane. “Vedremo che rose fioriranno, di certo in questo momento il dialogo è una virtù. Così come trovare un’intesa larga sull’arbitro dei prossimi 7 anni della vita politica è un dovere per tutti. Sicuramente al centro ci sono tanti movimenti da guardare con grande attenzione a partire da quello lanciato questa mattina dall’amico Clemente Mastella, che ha parlato una nuova Margherita, una ipotesi suggestiva. C’è un dialogo con Italia viva, che ormai mi sembra su posizioni vicine al centrodestra anche nei voti in parlamento di questi giorni, e con cui penso si possa condividere un modello di Paese. Non dobbiamo distruggere il centrodestra che esiste ma allargarlo con un gamba moderata che torni ad aver un peso importante nella stesura dei programmi. E’ interesse anche per i nostri alleati”, ha concluso Toti.

leggi anche
Generico dicembre 2021
La mattinata politica spezzina
Grazzini alla carica sugli autobus Atc. Nardini non scioglie le riserve
Pierluigi Peracchini
Centrodestra alla ricerca del bandolo
Peracchini si rivolge a Costa e Grazzini: “Ci sono stati anche degli errori, ma adesso è il momento dell’unione”
FdI, convegno alla Beghi in vista delle amministrative
"a gennaio stop discussioni"
FdI: “Sostegno compatto a Peracchini, chi non ci sta vada per la sua strada”
Massimo Baldino Caratozzolo
Interpellanza
Baldino: “Capodanno, Peracchini fa uno scherzo agli spezzini”
Giovanni Toti
"verso ricucitura con costa"
“Legittimo che qualcuno voglia correre da sindaco, con l’uno o con l’altro, purché la sua faccia appaia”