Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Al termine di un addestramento durato 26 settimane

Due palombari da record sul podio del corso di formazione della Us Navy

Palombari da record negli Stati Uniti al termine del corso International Eod. Il sottocapo di 3^ classe Palombaro Alberto Maradini ed il sottocapo di 3^ classe palombaro Nicola Cappanera, spezzino,  in forza al Gruppo Operativo Subacquei di Comsubin, si sono classificati al primo e al secondo posto vincendo la concorrenza di ben 13 paesi esteri partecipanti riportando una media di punteggio altissima di 98,78/100 e 98/100 che ha stabilito un primato assoluto tra le nazioni aderenti. L’impresa è stata messa in evidenza sul sito ufficiale della Marina militare. “I due giovani graduati hanno quindi raggiunto un risultato di notevolissimo spessore – si legge -, che rappresenta anche un motivo di orgoglio per la componente specialistica e per la Marina Militare”.

La cerimonia finale si è tenuta alla US Naval School “Explosive Ordnance Disposal” nello stato della Florida, ha avuto luogo la cerimonia di fine corso. E’ durato 26 settimane e ha lo scopo di “far acquisire ai frequentatori di varie nazionalità le procedure operative per interventi di ricerca, identificazione, messa in sicurezza “Render Safe Procedures” e distruzione di ordigni esplosivi “Explosive Ordnance“, capacità peculiari dei Palombari della Marina Militare che sono messe a frutto quotidianamente nella bonifica di una media annuale consolidata di oltre 70mila residuati bellici ed ordigni esplosivi nelle acque nazionali di mari, fiumi e laghi per la salvaguardia della pubblica incolumità”.

Alla cerimonia di consegna dei brevetti era presente il 1° Luogotenente Palombaro Paolo Giannoni che, nell’ambito di un programma dedicato di scambio delle rispettive professionalità, svolge l’incarico di istruttore del personale statunitense presso la Scuola Palombari della Us Navy. “I notevoli risultati raggiunti dal personale di Comsubin – spiegano dalla Marina – durante la partecipazione ai prestigiosi percorsi formativi internazionali sono garanzia anche dell’assoluta qualità dell’iter addestrativo iniziale seguito presso la Scuola Subacquei del Varignano, che si traduce poi nelle expertise del Gruppo Operativo Subacquei quale punto di riferimento a livello internazionale ed eccellenza unanimemente riconosciuta nel settore della subacquea , sia nelle funzioni di esclusivo ambito militare che per attività a favore della collettività”.

In merito a questa impresa è intervenuta anche la sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli che ha dichiarato: “Il successo di questi due giovani specialisti della nostra Marina è meritorio sotto molteplici aspetti. Entrambi hanno totalizzando, entrambi, un punteggio complessivo altissimo che ad oggi costituisce un primato assoluto tra i Paesi partecipanti. Questo bel risultato non è un caso isolato già nel marzo 2018, sempre in Florida, a Panama City, un nostro ufficiale palombaro della Marina Militare  anch’esso in forza al Comsubin ha stupito la US Navy e il mondo della subacquea. Il Guardiamarina Emanuele Lo Schiavo si è classificato primo al Corso Joint Diving Officer. Indiscutibili successi come questi sono la miglior testimonianza dell’attitudine all’eccellenza che caratterizza ambiti specialistici abilitanti come il Comsubin e con esso l’intera Marina e il comparto Difesa. Tutti gli italiani devono andare orgogliosi”.