Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Nursind

Chiocca: “Il consigliere regionale Roberto Centi ha toccato con mano i disagi del nostro ospedale”

Roberto Centi incontra le rappresentanti del Nursind della Spezia

“Un ringraziamento sincero al consigliere regionale ligure Roberto Centi per la collaborazione dimostrata in  tema di sanità Spezzina, che ha incontrato il Nursind, sindacato delle professioni infermieristiche, il 3 dicembre presso l’ospedale Sant’Andrea Della Spezia. Per noi infermieri rappresenta un ulteriore passo avanti dopo l’incontro avuto con il Ministro del lavoro e  delle politiche sociali Andrea Orlando, perché abbiamo potuto presentare dal vivo la situazione in cui verte il  nostro ospedale.” E’ quanto dichiara Assunta Chiocca rappresentante provinciale del Nurdind che in una nota prosegue: ” Purtroppo il consigliere regionale ligure, ha dovuto constatare l’evidente difficoltà in cui tutti i professionisti  della asl5 spezzino, infermieri medici e OSS, sono costretti a lavorare sia dal punto di vista strutturale che  organico. Dopo il sopralluogo in vari reparti come pronto soccorso, pronto soccorso pediatrico, chirurgia,  ortopedia, otorino, blocco operatorio, patologia neonatale ed un rapido confronto con coordinatori  infermieristici, dirigenti medici e primari responsabili di alcune tra queste unità operative, ha ritenuto inaccettabile il comportamento della regione, che in tema di carenza di organico, continua a trincerarsi dietro  numeri che non danno lo spaccato della realtà perché non si basano sulle reali esigenze del sistema sanitario  locale spezzino”. 

“Il consigliere Centi ha dunque toccato con mano lo stato di crisi in cui versa la asl5 emerso con ancora più  evidenza dopo la pandemia e, in attesa che la regione gli consegni i dati del reale fabbisogno del comparto di  tutte le asl liguri, come da sua richiesta in una interrogazione, si impegnerà a chiedere conto anche delle  mancate nuove assunzioni e del mancato impegno per la ristrutturazione di locali interni all’ospedale come ad  esempio le sale operatorie nell’ospedale Sant’Andrea della Spezia – prosegue la nota -. Riteniamo che la politica possa eliminare certi scenari ormai vecchi dimostrando così un impegno concreto nei  confronti dei cittadini e degli operatori sanitari che a loro rivolgono l’assistenza”.