Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
“si usi la prenotazione per evitare inutili attese”

Toti: “Da domani anche la fascia 18-40 anni potrà prenotare la terza dose”

Il presidente della Liguria: “Linee ad accesso diretto solo per prime dosi e categorie con obbligo vaccinale”.

Vaccino

“Da domani alle ore 12 gli over 18 potranno accedere, attraverso tutti i canali (online su prenotovaccino.regione.liguria.it, presso sportelli Cup di Asl/Aziende ospedaliere, le farmacie che effettuano il servizio Cup, il numero verde 800 938 818) alle prenotazioni per effettuare la terza dose, che verrà automaticamente programmata dopo almeno 150 giorni dalla seconda somministrazione (o dall’unica somministrazione nel caso del vaccino monodose Johnson&Johnson) come da indicazioni del Ministero della Salute”. Così il presidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Giovanni Toti in merito alle prenotazioni delle dosi booster agli over 18.
“Sempre da domani sarà invece possibile accedere senza prenotazione alle linee dedicate nei diversi hub della regione – ha aggiunto il presidente Toti – soltanto per chi deve sottoporsi alla somministrazione della prima dose e per le categorie per le quali è previsto l’obbligo vaccinale. Visto il grande afflusso agli hub soprattutto nelle ultime ore e visto che le liste d’attesa sono praticamente nulle dopo aver sbloccato le agende aumentando di fatto gli appuntamenti possibili, chi deve effettuare la terza dose dovrà prenotarsi attraverso i canali dedicati. Il mio invito ai liguri è quello di utilizzare la prenotazione che è il principale metodo di accesso alla vaccinazione, per evitare di allungare i tempi di attesa sia per chi ha la prenotazione sia per chi invece si presenta agli hub senza averla effettuata”.

Più informazioni
leggi anche
Personal ospedale periodo Covid-19
Bollettino del 30 novembre
Cresce il numero dei ricoveri: uno in più al Sant’Andrea, nove in più in tutta la Liguria
Panoramica città
Il punto
Giovedì il nuovo decreto che “governerà” il Natale. Toti: “Per le feste non ci saranno ordinanze regionali, decidono i sindaci”