Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Verso le amministrative

Centrosinistra unito per l’inaugurazione della sede di Leali a Spezia. Mancano solo Avantinsieme e Italia viva

Leali a Spezia ha inaugurato questa mattina la nuova sede – punto d’ascolto alla presenza di quasi tutti i partiti del centrosinistra spezzino. All’appello sono mancati Italia viva, Avantinsieme e Più Europa, proprio le forze che chiedono il passaggio delle primarie, in contrasto con la posizione del resto dello schieramento. Assente anche il Partito comunista italiano. In Largo Cafferata oltre ai vertici di Leali a Spezia, Guido Melley e Roberto Centi, c’erano i quadri del Pd locale, con il segretario Iacopo Montefiori e il consigliere regionale Davide Natale, Stefano Quaranta per la Lista Sansa, il consigliere regionale e la capogruppo comunale del Movimento cinque stelle, Paolo Ugolini e Donatella Del Turco, rappresentanti di Articolo uno, Sinistra italiana con Nicola Di Benedetto, Rifondazione comunista con Veruschka Fedi, Linea Condivisa con Michele Fiore, la segreteria della Cgil al completo, il comitato “Palmaria Sì, Masterplan No” e Legambiente. L’atmosfera era di unità e condivisione e dietro le quinte è stato chiarito che il dialogo è aperto anche con le altre forze in campo e che Italia viva non era presente per un contrattempo. Il tempo dirà come stanno davvero le cose.

A fare gli onori di casa è stato Alessandro Pollio, coordinatore di Leali a Spezia. Solo una battuta per Melley al momento del brindisi: nessuno vuol sentire parlare di investitura. L’opzione della candidatura è sul campo e la disponibilità è dichiarata, ma la coalizione non ha ancora chiuso la partita del nome. Come si predica da settimane ora è il momento del programma. Il candidato verrà subito dopo. Chissà se ne frattempo sarà anche chiaro il perimetro della coalizione.

“Quella di oggi – ha esordito Stefano Quaranta – è un’occasione importante per dire che una alternativa è possibile. Siamo espressione di un campo largo in cui tanti si possono riconoscere”, ha detto rivolto alla platea di volti noti ma anche ai numerosi spezzini che transitavano in Corso Cavour incuriositi dal capannello (con sufficienti mascherine).
“Non siamo un partito, ma una associazione di cittadini che si riconoscono nei valori del centrosinistra e del campo progressista, nell’antifascismo e nell’uguaglianza sociale. Oggi inauguriamo la nostra sede, tappa importante di un percorso iniziato 5 anni fa, una sede aperta a tutti i cittadini e a tutte le forze politiche del centrosinistra. Il nostro obiettivo – ha aggiunto Pollio – è riavvicinare i cittadini alla politica attraverso la partecipazione dal basso, l’ascolto delle istanze della comunità e le nostre proposte sulla sanità, sull’ambiente, sul sociale, sulla vivibilità dei quartieri. Salutiamo con piacere le forze politiche che sono intervenute oggi a questa inaugurazione, presenza che testimonia il clima positivo e collaborativo che c’è all’interno della coalizione”.

leggi anche
Teresa Bellanova
Urban center
Giovedì pomeriggio spezzino per la sottosegretaria Teresa Bellanova
Alberto Nardini e Guido Melley
Nuovo asse con avantinsieme?
Amministrative, ore decisive per il centrosinistra in bilico tra Melley e Nardini