Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"troppi limiti procedurali"

Sicurezza stradale, Paganini: “Ci è stato negato un velox a Romito”

Il sindaco di Arcola dopo la tragedia di ieri: "Non vengono messi solo per fare cassa, sono l'unico strumento per aumentare la sicurezza ma serve anche più attenzione da parte di tutti. Per il transito dei mezzi pesanti continuiamo a chiedere un limite orario. Con la Provincia lavoriamo per spostare l'ultimo tratto di via Valentini ma serve finanziamento".

Il luogo dell'incidente a Romito

Quello che ieri sera è costato la vita ad un uomo di 49 anni è purtroppo solo l’ultimo incidente avvenuto sulle strade della nostra provincia e in particolare di Arcola, da tempo teatro di decine di sinistri, in molti casi anche mortali come quello che ha riguardato l’uomo investito mentre stava attraversando le strisce. Secondo i dati Aci riferiti al 2020 infatti nell’intera nostra provincia i sinistri avvenuti su strade urbane sono stati oltre il 60% (340) del totale mentre quelli mortali sono stati il 50% (4). Da Romito al Ponte di Arcola intanto gli episodi continuano a susseguirsi riguardando sia vetture che pedoni con una situazione insostenibile per i residenti. In merito il sindaco Monica Paganini spiega a CdS: “Fin dal nostro insediamento abbiamo fatto il possibile per migliorare la sicurezza delle strade, scontrandoci anche qualche diniego e con i tanti passaggi procedurali che allungano i tempi. Tutta la zona di Romito è attenzionata e proprio in quel tratto l’illuminazione è stata migliorata e sono già stati individuati i punti nei quali installare, a nostre spese nonostante la strada sia provinciale, sei dossi per la riduzione della velocità. Serve però più attenzione anche da parte degli automobilisti perché la carreggiata è stretta e le case sono molto vicine. La tragedia di ieri non è stata causata dall’alta velocità – aggiunge – però purtroppo è ormai diffusa la convinzione che i comuni mettano gli autovelox per ‘fare cassa’ quando invece si tratta di uno dei pochi strumenti a disposizione per far ridurre i rischi. Anche in questo caso però le normative sono molto stringenti, siamo riusciti a mettere quello sul vialone anche se nonostante un anno di lavoro non è stato possibile posizionarlo all’interno del centro storico perché la normativa lo impedisce.  Al termine della procedura invece ci è stata negata l’installazione quello di Romito nonostante ci fosse già una postazione”.
Quanto al transito di mezzi pesanti al ponte di Arcola Paganini spiega: “Siamo sempre in contatto con Anas a cui abbiamo chiesto di imporre un limite orario per i passaggi e intervenire per la variante di viale XXV Aprile. Abbiamo fatto nuove richieste sollecitando anche la Prefettura, attendiamo il nuovo concessionario autostradale. In collaborazione con la Provincia – conclude il sindaco – stiamo lavorando per arrivare allo spostamento dell’ultimo tratto di via Valentini per avere un ingresso diverso nella rotonda. Sarebbe un intervento importante per la sicurezza, chiederemo alla Regione di finanziarlo”.

Più informazioni
leggi anche
Viene portata via la salma dell'uomo investito a Romito Magra
Strada chiusa
Romito Magra, uomo di 49 anni muore sull’asfalto dopo essere stato investito sulle strisce
Candela
Aveva 23 anni
Davide Mariotti non ce l’ha fatta, domenica scorsa il grave incidente a Romito
L'elicottero Drago, in una foto della Pubblica assistenza di Arcola
Via pedemonte
Incidente stradale ad Arcola, 71enne ricoverato al San Martino
La luce spenta sull'attraversamento
La segnalazione di un lettore
“Sul luogo dell’incidente di Romito la luce che segnala le strisce è ancora spenta”
Nuova viabilità in via della Repubblica
Prima fase sperimentale da martedì 30
Un nuovo progetto di viabilità per viale della Repubblica al Ponte di Arcola