Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Per sostituire gyasi servono corsa e sacrificio

“Le funambule” Antiste danza sul filo di una maglia da titolare

Come Italiano fece con Pobega, anche Thiago Motta sta mettendo in campo una gestione dosata di uno dei giovani più interessanti di tutta la serie A. Dai complimenti per l'acquisto di Lazio, Juventus e Milan alla panchina per rifiatare. Su di lui Pecini ha le idee chiare: "Fargli fare almeno un altro anno qui. In serie A ovviamente".

Janis Antiste

E’ una gestione alle Pobega. Anche il fresco convocato della nazionale azzurra di Roberto Mancini ebbe alla Spezia un percorso guidato con il punta tacco rallystico. Un gol e due assist per 6 punti con Napoli e Sampdoria in cinque giorni e poi tre partite da titolare nei cinque mesi successivi. In mezzo un infortunio, ma leggero. Il ritmo glielo aveva imposto Vincenzo Italiano, che ha lanciato il centrocampista in serie A dosandone l’impiego per una resa eccezionale: 20 partite, 6 gol e tre assist da mezzala.

Un po’ quello che Thiago Motta sembra voler fare con Janis Antiste. Lazio, Milan e Juventus: non c’è dirigenza che non ne abbia avuto parola con Riccardo Pecini dopo il primo mese e mezzo di campionato. Pare che Stefano Pioli in persona si sia complimentato per l’acquisto al novantesimo della partita del 25 settembre scorso. Poi però qualcosa si è inceppato e il tecnico brasiliano ha preferito dargli modo di ricaricare le pile. Forse anche di smaltire un po’ di pressione, perché oltre al lavoro avanti e indietro al francese venivano chiesti anche i gol importanti. In attesa di Nzola, che è finalmente arrivato, e dopo quello, splendido, segnato alla Vecchia Signora.

Per fare la tara con l’anagrafe del parallelo con Pobega, questi aveva 21 anni quando ha esordito in serie A. Antiste solo 19, per di più compiuti da dieci giorni. Con la squalifica di Gyasi, si apre anche per l’ex Tolosa il ballottaggio sulla fascia sinistra. Se sarà lo stesso modulo visto contro il Torino, a destra c’è spazio per un attaccante più di posizione come Verde o Strelec. Sulla mancina serve invece anche chi macini chilometri. E quelle sono anche le caratteristiche di Antiste. Per qualcuno sarebbe già venduto addirittura a gennaio. Ma Pecini poche settimane fa parlava chiaro: “L’idea nostra è di fargli fare almeno un altro anno qui. In serie A ovviamente”.

Più informazioni