Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Verso la giornata contro la violenza di genere

Stanze per le emergenze e percorsi lavorativi, si allarga la rete di solidarietà per le donne vittime di violenza

Presentato a Sarzana il progetto di Confcommercio e Federalberghi che andrà a supportare l'attività del centro antiviolenza sul territorio. Martini e Tognelli: "Felici di poter dare una mano mettendo a disposizione riparo in caso di necessità e soluzioni occupazionali".

Presentazione progetto per le donne Vittoria-Confcommercio

La già fitta rete di solidarietà che da tempo in Val di Magra si occupa delle donne vittime di violenza, si allarga ulteriormente con l’ingresso di Confcommercio e Federalberghi che metteranno a disposizione del Centro Antiviolenza “Mai più sola” di Sarzana un primo rifugio nelle situazioni di emergenza, ma anche opportunità di reinserimento lavorativo. Sono già cinque infatti le strutture ricettive della provincia che hanno dato la propria disponibilità ad offrire una stanza alle donne – e ai loro figli – vittime di maltrattamenti o atti persecutori, costrette a lasciare la propria abitazione per motivi di sicurezza; necessità che nella maggior parte dei casi si verificano nel cuore della notte. Una soluzione temporanea dunque che consentirà a Forze dell’Ordine e volontarie dell’Associazione Vittoria di valutare la situazione prima di un eventuale trasferimento nella casa rifugio.
Ma, come detto, il progetto – presentato stamani nella sede sarzanese di Confcommercio – guarda anche al reinserimento lavorativo con tirocini o agevolazioni e il coinvolgimento del centro per l’impiego ma anche la collaborazione di attività produttive alla ricerca di personale. “Siamo felici di poter dare una mano – ha sottolineato il presidente di Confcommercio La Spezia Roberto Martini – offrendo tutela alle vittime di violenza attraverso le strutture ricettive ma anche soluzioni lavorative e di assistenza”.

“Il progetto – ha proseguito Nea Delucchi dell’associazione Vittoria – è legato all’attività del centro nel quale operiamo con la cooperativa Lindbergh, e consentirà di dare importanti risposte alla primissima fase della protezione a seguito dell’emersione di un episodio di violenza o una richiesta di aiuto. Situazioni che non hanno data precisa o un giorno particolare e necessitano di risposte immediate, per questo la nascita di una rete di strutture ricettive che in breve tempo possa accogliere una donna e molto spesso anche i suoi figli, diventa importantissima. Questo può essere di grandissimo supporto perché una stanza può salvare una vita fin dalla prima richiesta di aiuto”.

“L’idea è stata subito accolta con entusiasmo – ha affermato Dario Tognelli, vicepresidente di Federalberghi La Spezia – si tratta infatti di un argomento che purtroppo è sempre d’attualità e nel nostro piccolo vogliamo dare un contributo con un gesto di solidarietà. Anche di recente – ha aggiunto – abbiamo avuto un caso analogo con una donna portata da noi dai Carabinieri e ospitata presso una struttura”. “Ringraziamo l’associazione Vittoria per tutto quello che fa – ha detto Laura Porcile, presidente del terziario Donna di Confcommercio – oltre ad una stanza sicura però per essere libera una donna deve avere anche un lavoro perché spesso le vittime sono costrette a tornare a casa non avendo un reddito. Stiamo quindi ragionando sul post emergenza guardando ai nostri associati del settore di bar e ristorazione per inserire alcuni tipi di professionalità”. Quindi Alessandro Pontremoli, presidente di Confcommercio Val di Magra: “Questa è un’iniziativa molto importante perché troppo spesso non abbiamo la percezione del problema, vissuto nella quotidianità ma anche nel dopo emergenza. Un aspetto essenziale che con questo progetto possiamo affrontare insieme”. “L’azione volta al reinserimento lavorativo di chi trova il coraggio di allontanarsi da queste situazioni – ha concluso il sindaco Cristina Ponzanelli – è fondamentale. Ringrazio quindi tutti gli attori di questa rete di azione perché è un piacere enorme sapere che si espande con altre energie importantissime di Confcommercio e Federalberghi. Sono convinta che Sarzana e la sua provincia sono un luogo solidale e alle cinque strutture che hanno già aderito altre si aggiungeranno per andare a colmare difficoltà oggettive. Un’iniziativa straordinaria per la quale ringrazio tutti”.

Per motivi di sicurezza non saranno resi noti i nominativi degli alberghi o delle strutture extralberghiere che hanno aderito. Mentre l’invito a mettere a disposizione una camera è aperto a tutti coloro che operano nel settore, per poter entrare a far parte di questa rete è possibile contattare la Confcommercio al numero 0187 598511 o l’associazione Vittoria al numero 334 379 3354.

Più informazioni
leggi anche
Consiglio comunale Sarzana 21 ottobre 2021
Giovedì a sarzana
Un consiglio comunale straordinario contro la violenza sulle donne
Le volontarie dell'associazione Vittoria
Circa sei casi al mese in val di magra
Violenza sulle donne, Associazione Vittoria: “Denuncia resta strumento fondamentale”
25 Novembre Sarzana
25 novembre
“Sarzana unita ogni giorno nel contrasto alla violenza sulle donne”