Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
L'incremento

Rimesse immigrati, 10 milioni da Spezia al Bangladesh nel 2020

Raggiunta la quota della Repubblica Dominicana.

Le rimesse degli immigrati che vivono nello Spezzino

Prendono la via del Bangladesh e della Repubblica Dominicana le rimesse più sostanziose degli immigrati che vivono nella nostra provincia. In ambo i casi – dato Banca d’Italia relativo al 2020 – siamo oltre i 10 milioni di euro annui, precisamente 10 e 169mila euro verso il paese asiatico, 10 milioni e 217mila euro verso quello caraibico. E se in questo secondo caso la situazione è in linea con il 2019 (10 milioni e 215mila euro) e il 2018 (9 milioni e 679mila euro), diversamente le rimesse destinate al Bangladesh sono cresciute di oltre due milioni rispetto al 2019, quando superavano di poco gli 8 milioni, e quasi raddoppiate rispetto al 2018 (5 milioni e 188mila euro); 2.815 i cittadini dominicani residenti nello Spezzino, 816 quelli del Bangladesh. La consistenza delle rimesse degli immigrati vede al terzo posto la Romania, dove nel 2020 dalla nostra provincia – dove risiedono oltre 4.403 cittadini romeni – sono arrivati 3 milioni e 124mila euro, in calo rispetto agli anni precedenti: 3 milioni e 269mila euro nel 2019, 3 milioni e 498mila euro nel 2018, fino ad arrivare agli oltre 4 milioni del 2015. Poi troviamo il Marocco (2 milioni e 879mila euro), la Nigeria (1 milione e 520mila euro, più che raddoppiato rispetto al 2018), il Senegal (1 milione e 252mila euro), Ecuador (1 milione e 239mila euro), Albania (1 milione e 46mila euro), Pakistan (670mila euro), Filippine (593mila euro), Colombia (509mila uro), limitandosi ai Paesi che nel 2020 hanno ricevuto almeno mezzo milione di euro (subito sotto la soglia, l’Ucraina: 495mila euro).

“Nel secondo trimestre del 2021 – spiega la Banca d’Italia sul proprio sito – le rimesse inviate all’estero dagli stranieri residenti in Italia sono aumentate del 25,9 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (del 29,0 per cento rispetto al secondo trimestre del 2019). Gli incrementi più consistenti si sono registrati nei flussi verso i paesi dell’Asia (+47,0 per cento), dell’Africa del nord e del Vicino Oriente (+43,6 per cento) e verso i paesi dell’America centrale e meridionale (+39,7 per cento). Sulla base dei quattro trimestri terminanti in giugno, i primi tre paesi beneficiari delle rimesse dall’Italia sono Bangladesh, Romania e Filippine, che ricevono rispettivamente il 10,6, l’8,1 e il 7,3 per cento del flusso in uscita”.

I dati sulle rimesse dei lavoratori immigrati in Italia riportano i trasferimenti di denaro all’estero regolati tramite istituti di pagamento o altri intermediari autorizzati senza transitare su conti di pagamento intestati all’ordinante o al beneficiario (regolamento in denaro contante). (Fonte: Banca d’Italia)

I numeri degli immigrati residenti alla Spezia e provincia sono dati Istat aggiornati al 1° gennaio 2020.

L’immagine è costruita usando una mappa disponibile su Freepik e bandiere di Bandiere del mondo.

Più informazioni
leggi anche
Davide Mzzola e Marco Casarino
Post lockdown
Economia e ripartenza: patto tra Camera di commercio, Comune e associazioni
Golfo della Spezia
Miglio blu assetato di parcheggi
Economia del mare in cerca di sinergie con la "piattaforma Spezia"
Turiste a Riomaggiore
Alla spezia +2,42%
Agosto 2021 fa più turisti del 2019: sono gli italiani a compensare il calo degli stranieri
Piazza Brin
Dalle 15.00
Oggi in Piazza Brin si celebra la giornata del migrante
la spezia panoramica
Dati istat
Nel 2020 comunità cinese superata da quella bengalese
Il presidente Madiaw Ngom e la vice presidente Maria Peralta del Comitato solidarietà immigrati
"vogliamo incontrare le comunità e rafforzare il rapporto con le istituzioni"
La rinascita del Comitato solidarietà immigrati: “Le comunità crescono, noi saremo al loro fianco”