Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"per lui stima e affetto"

Toti dice sì a Berlusconi presidente della Repubblica: “E’ uno dei leader politici più lucidi del momento”

Silvio Berlusconi e Giovanni Toti

E se Silvio Berlusconi diventasse presidente della Repubblica? L’idea piace e molto al presidente ligure Giovanni Toti, ex Forza Italia, poi leader di Cambiamo! e oggi cofondatore di Coraggio Italia che battezza, non da oggi, questa ipotesi: “In Forza Italia ho ancora moltissimi amici compreso il presidente che ha la mia stima e il mio affetto. Peraltro lo trovo uno dei leader politici più lucidi del momento, dice cose di grande pacatezza e credo nella direzione in cui il Paese vuole andare che è la ripartenza, tornare a crescere, superare la pandemia”. Insomma se ci fossero le condizioni, Toti assicura il suo voto e quello dei parlamentari di riferimento, spiegando a Radio24 che “Berlusconi ha sicuramente la statura, la storia e l’abilità per poter ambire al ruolo. Dopodiché credo che debba essere il frutto di un accordo più ampio possibile, non certamente di una maggioranza stretta e risicata”. Da giorni si parla con insistenza del cavaliere come candidato al Quirinale: gli analisti sostengono che gli mancherebbero appena 54 voti per farsi eleggere alla quarta votazione quando saranno sufficienti 505 preferenze. Se il centrodestra si presentasse compatto gliene darebbe 451 compresi i parlamentari totiani e altri d’area centro.

Più informazioni