Quantcast
Il Venezia ci va durissimo: "Ci è stato rubato il match dalle decisioni dell’arbitro" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Risultato che ha fatto male

Il Venezia ci va durissimo: “Ci è stato rubato il match dalle decisioni dell’arbitro”

Il Venezia in dieci lascia i tre punti alla Salernitana, ma il club lagunare protesta per l'espulsione di Ampadu sull'1-1." L’appello che faccio è affinché il Venezia sia trattato come ogni altro club in Serie A", dice il presidente Niederauer.

L'espulsione di Ampadu

“Quanto accaduto stasera è la stessa cosa che è successa la scorsa stagione in casa della Salernitana, anche allora ci è stato rubato il match dalle decisioni dell’arbitro. Io rispetto profondamente l’operato degli arbitri, ma non posso esimermi dal chiedermi cosa sia successo a Salerno allora, e cosa sia successo stasera”. La nota vergata dal Venezia dopo la sconfitta di ieri sera è durissima. Ci mette la firma il presidente Duncan Niederauer, che contesta l’espulsione di Ampadu comminata dall’arbitro Marco Di Bello sul punteggio di 1-1. All’ultimi minuto di recupero, gli ospiti hanno trovato il definitivo vantaggio con Schiavone.

“La cosa che chiediamo è quella di rivedere le immagini per come noi le abbiamo viste. Ci hanno fatto giocare senza un uomo una partita fondamentale per un espulsione ingiusta – continua la nota ufficiale -. L’appello che faccio è affinché il Venezia sia trattato come ogni altro club in Serie A. C’è il Var per fattispecie come queste, e questa sera non è stato utilizzato in maniera idonea”. In effetti il difensore di Zanetti, visti i replay, sembra intervenire prima sul pallone che sul piede di Ribery. Questione veramente di qualche frazione di secondo. “Noi facciamo il nostro gioco correttamente, vorrei che anche il resto delle persone coinvolte nelle partite facciano il loro lavoro in maniera corretta”.

Più informazioni