Quantcast
FdI: "Vaccini alle nazioni che ne hanno bisogno, sinistra dice no". La replica: "Strumentalizzazione su tema delicato" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Consiglio regionale

FdI: “Vaccini alle nazioni che ne hanno bisogno, sinistra dice no”. La replica: “Strumentalizzazione su tema delicato”

Il capogruppo di Fratelli d'Italia Stefano Balleari: "Non capisco perché non firmino, a meno che non sia una presa di posizione ideologica". Garibaldi (Pd/Art.1): "Cercano visibilità, dovrebbero vergognarsi".

Vaccino

“Ormai avrei dovuto farci l’abitudine ai no della sinistra, ma non riesco ancora a credere che al Governo della Nazione dicano che i vaccini sono importanti e poi nei fatti non riescano a firmare un banale ordine del giorno che impegna giunta e Presidente a farsi portavoce per destinare le oltre 11mila dosi di vaccino Astra Zeneca e Jhonson & Jhonson che abbiamo qui in Liguria a Nazioni e popolazioni che ne hanno bisogno”. Così Stefano Balleari, capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale. “La proposta – spiega la nota FdI – era semplice, ci sono circa 11mila dosi di vaccino che non è stato utilizzato e questo non solo è uno spreco economico, ma anche una questione morale: queste dosi potrebbero essere utili per Paesi e Nazioni che sono indietro nella campagna vaccinale. Per questo motivo Fratelli d’Italia con un ordine del giorno ha proposto che Regione Liguria si faccia portavoce presso il commissario per l’emergenza Covid affinché queste dosi siano disponibili per chi ne ha bisogno e può farne ottimo uso considerato poi che alcune associazioni di volontariato si sono dette disponibili a farsi carico del trasporto e distribuzione. Di fronte a questo la Sinistra ha risposto no”. “Io ancora non capisco il perché – chiosa Balleari – a meno che non sia una sola presa di posizione di una sinistra ideologica che non può votare le proposte di buonsenso della destra”.

La replica di Luca Garibaldi, capogruppo di Partito Democratico/Articolo Uno: “Stupisce che anche su un tema così delicato Fratelli d’Italia faccia strumentalizzazione. Noi non abbiamo mai detto di no all’Ordine del giorno, da loro presentato, che chiedeva di distribuire le 11mila dosi di vaccino rimanenti, di Astra Zeneca e Jhonson & Jhonson, ai Paesi che non li hanno ancora ricevuti. Volevamo invece integrare l’Ordine del giorno proponendo di sostenere in modo organico e strutturato il programma di vaccinazione Covax per la distribuzione dei vaccini a livello globale e promuovere la liberalizzazione dei brevetti. Ma invece quello di Fratelli d’Italia è stato un attacco strumentale e solo per la ricerca di visibilità, lo si vede dal fatto che nello stesso momento in cui presentavano l’ordine del giorno, non hanno neppure atteso una risposta e le proposte di integrazioni, ma si sono premurati subito di polemizzare. A Fratelli d’Italia non interessa aiutare i paesi in via di sviluppo, ma solo avere due righe sui giornali. Dovrebbero solo vergognarsi”.

leggi anche
Centrale ENEL e zona industriale
Vallegrande
Stop carbone e niente turbogas, consiglio regionale compatto
Tampone Covid-19
Bollettino 25 ottobre 2021
Numeri stabili, a Sanremo si spegne un 79enne
Giovanni Toti
Il punto
Toti: “Incidenza in crescita, ma Liguria resta saldamente in zona bianca”
Hub vaccinale Sarzana
Vaccino
Sileri: “Terza dose verosimilmente necessaria per tutti”