Quantcast
"Se qualcuno fa causa al Comune o va via vuol dire che qui non sta bene" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ritorno in presenza per il consiglio comunale di sarzana

“Se qualcuno fa causa al Comune o va via vuol dire che qui non sta bene”

Dibattito sulle nuove assunzioni, l'assessore Baroni: "L'organizzazione funziona solo se si fa gruppo. Negli uffici ho trovato risorse valide e importanti". L'opposizione: "I dipendenti sono fuggiti, ci sono uffici sguarniti e problemi con la Polizia Municipale".

Consiglio comunale Sarzana 21 ottobre

Tornato in presenza dopo un anno e mezzo di sedute telematiche, il Consiglio comunale di Sarzana non ha perso la sua consueta attitudine al dibattio acceso, con maggioranza e opposizione che si sono confrontate in particolare sulla variazione di bilancio relativa al fabbisogno occupazionale 2021-23. La previsione di assunzioni fatta dall’assessore Baroni è infatti di 18 persone (22 a pieno regime) che porteranno il totale dagli attuali 94 a 112 dipendenti, con una variazione annua per il prossimo biennio di 63mila euro. Gli innesti riguarderanno fra gli altri l’ufficio personale, ufficio scuola e istruttori di vigilanza.
Un “brodino freddo” secondo il capogruppo Pd Castagna che ha stigmatizzato proprio le recenti difficoltà dei cittadini con l’ufficio scuola sguarnito e la situazione di “estrema difficoltà” del comando di Polizia Municipale dopo “un anno speso in modo goffo per fare un concorso”. “Il problema del personale esiste – ha aggiunto – ci sono molte cose da rivedere e questa delibera non risolve il problema”. Dalle stesse fila Casini ha ribadito “il chiaro ed evidente problema che l’Amministrazione ha nella gestione del personale. Non si è mai registrato un picco così basso di dipendenti in forza e a rimetterci sono sempre cittadini e servizi. Non regge – ha affermato – l’alibi dei pensionamenti e la dimostrazione arriva dalle numerose cause e dalle richieste di trasferimenti altrove, quando invece il dialogo sarebbe meglio dei tribunali. I dipendenti sono fuggiti e non c’è niente di cui gioire come testimoniano le lamentele dei cittadini che hanno consegnato istanze per i consiglieri mai ricevute. Sono felice per l’assunzione di due assistenti sociali, cosa che è stata possibile grazie al Governo e al Ministro Orlando”.
“Molti dipendenti – ha ribattuto Maggiari (Sarzana Popolare) – hanno lasciato il Comune per avvicinarsi a casa, altri hanno deciso di fare carriera. Se quindici persone fanno causa non c’è alcun sintomo di conflitto, la percentuale è irrisoria”. Mione (Sarzana in azione) ha parlato invece di “Una situazione pasticciata, anche se prima non era tutto rose e fiori. Ci sono molti rapporti malgestiti, sembra sia iniziata una sorta di epurazione con i dipendenti che sono stati sollecitati ad andare via perché se uno fa causa nel Comune dove sta lavorando significa che qualcosa non va. In ogni caso è sempre positivo quando si parla di assunzioni”.
A difendere l’operato della giunta è stato invece Ponzanelli (Cambiamo) che ha ricordato come “I dipendenti che sono andati via erano scontenti da tempo, ben prima di questa amministrazione. L’obiettivo è far funzionare la macchina comunale al meglio, anche se non è facile. La diminuzione di personale non è per forza negativa, è importante che ci sia organizzazione e tutto funzioni al meglio assumendo persone motivate”.

“Governare è difficile – ha replicato all’opposizione l’assessore Baroni – sarebbe bello poter assumere più persone dove ne abbiamo magari una ma questo non è possibile perché efficacia ed efficienza sono due criteri imprescindibili, bisogna raggiungere gli obiettivi con le scelte giuste”. Rispondendo poi a Mione l’assessore ha affermato: “Se qualcuno fa causa al Comune o va via vuol dire che qui non sta bene e sono contento che se ne vada perché come in un’azienda è importante la squadra, l’organizzazione funziona solo se si fa gruppo. Negli uffici ho trovato tante risorse importanti e valide, credo che ce ne siano alcuni che vanno molto bene, altri che si stanno organizzando per andare meglio e altri ancora che vanno registrati. Alcuni cambiamenti sono necessari ma non abbiamo risorse infinite e le assunzioni che prevediamo ammontano a 716mila euro”.

Per Rampi (FdI) è stata avviata “Una pratica per arrivare a una quantità di personale adeguata. L’amministrazione ha fronteggiato fenomeni epocali ma i concorsi sono stati fatti in assoluta trasparenza e le assunzioni sono state necessarie. Le cause? Stiamo ricevendo richieste delle quali non possiamo essere responsabili perché, come le questioni del personale, hanno origine precedente”.
“La problematica del personale in questi anni è innegabile – ha sottolineato Giorgi (M5S) – c’è bisogno di assunzioni, è bene che arrivino assistenti sociali ma mancano sempre agenti di Polizia Municipale”. Infine Innocenti (Lega): “E’ impensabile che non ci sia alcun tipo di problema con i dipendenti ma è importante che ogni ufficio sia operativo”.
Al termine del dibattito la pratica è stata approvata così come il riconoscimento di un debito fuori bilancio, un’altra variazione urgente, la variante definitiva del riassetto funzionale di via Paradiso, l’inserimento di una destinazione d’uso per la nuova caserma della Finanza e infine il riconoscimento della spesa per i lavori di somma urgenza dopo la recente ondata di maltempo.