Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Intervenuti i carabinieri

Scritte ingiuriose su sindaco, parroco e presidente Lega navale

Sul muro della Farmacia Ghigliazza di San Terenzo. Di mezzo anche il green pass. Il primo cittadino: "Niente di importante ma denuncia doverosa".

La scritta sul muro di San Terenzo

Scritte ingiuriose che tirano in ballo il sindaco di Lerici Leonardo Paoletti, e “i suoi amici”, il presidente della Lega navale lericina, Maurizio Moglia, il parroco don Federico. Questa la ‘sorpresa’ apparsa stamani sul muro della Farmacia Ghigliazza di San Terenzo. Le frasi non sono del tutto comprensibili e non manca un riferimento al green pass. Anzi, una considerazione sul certificato verde è proprio l’incipit dell’offensiva muraria notturna. In particolare, si legge che “mentre sospendono Sarà” il sindaco e i suoi amici si dedicano ad altre ‘colorite’ attività senza green pass. Il riferimento sarebbe alla sospensione di Sara Ghigliazza dall’ordine dei farmacisti in quanto non vaccinata, “non in quanto no vax ma per motivi personali” come ha spiegato giorni fa su Facebook per motivare la sua assenza dalla farmacia santerenzina. Stamani sul posto l’intervento dei carabinieri. Dal sistema di videosorveglianza potrebbero arrivare elementi utili per risalire ai responsabili del gesto.
“Lo sfogo di qualche represso che magari scarica i suoi problemi in questo modo. Niente di importante, non è una cosa rilevante in sé, ma è chiaro che ci sarà denuncia, è doveroso. C’è una telecamera in zona, probabilmente si arriverà all’individuazione del responsabile”.

Più informazioni