Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Nel ventennale

Il Premio Chatwin riparte da Lerici, Maraini e Berengo Gardin a guidare la giuria

Il sindaco Paoletti: "Saremmo onorati di avere la manifestazione qui stabilmente". L'ideatrice Luciana Damiano: "Grande risposta, oltre duecento partecipanti".

Luciana Damiano e Leonardo Paoletti

Il Premio Chatwin riparte da Lerici nel ventennale della sua fondazione. Intitolato al grande viaggiatore e scrittore britannico Bruce Chatwin (1940-1989), il Premio è dedicato ai reportage di viaggio. Nato alla Spezia nel 2001, dopo le prime edizioni nel capoluogo levantino è passato a Genova, con l’ultima edizione che si  tenuta dieci anni fa. Ora l’appuntamento per sabato 23 ottobre dalle 16.30 al Teatro Astoria di Via Gerini. “Il Premio potrebbe mettere radici a Lerici, sarebbe un onore, una vera soddisfazione. Affronteremo quest’idea cercando sponsor per sostenerla. Anche perché a Lerici, luogo di viaggiatori, manca un festival dedicato alla letteratura e alla fotografia di viaggio”, ha affermato stamani in conferenza stampa il sindaco, Leonardo Paoletti. “Ripartiamo nel ventennale con questo festival dedicato al viaggio, unico al mondo intitolato a Bruce Chatwin – un mito per tanti, viaggiatori e non – grazie all’esclusiva concessa dalla moglie Elizabeth, presidente onoraria della giuria del Premio – ha osservato Luciana Damiano, ideatrice della manifestazione -. Siamo ripartiti di corsa, ad agosto, ottenendo un ottima risposta: oltre duecento i partecipanti tra le sezioni racconti e fotografia, da tutto il mondo: non solo paesei europei, anche Siria, Iran, Pakistan, Nuova Zelanda, Corea del Nord. È arrivato materiale di alto livello, scegliere i vincitori non è stato semplice. A presiedere la giuria due strepitosi personaggi: Dacia Maraini e Gianni Berengo Gardin”. Il fotografo ligure, nel corso del festival, riceverà il premio speciale L’occhio assoluto, nel passato consegnato a Mario Dondero, Monica Bulaj, Ivo Saglietti. Mentre Colin Thubron, l’autore che il  Times ha inserito nell’elenco dei 50 scrittori britannici più importanti della seconda metà del Novecento, caro amico di Bruce Chatwin e presidente della Royal Society of Literature di cui è membro dal 1969, sarà presente per ritirare il premio speciale Una vita di viaggi e passione letteraria, attribuito nelle precedenti edizioni a Fernanda Pivano, Fosco Maraini, Walter Bonatti, Ettore Mo, Stefano Malatesta , Bernardo Valli, Claudio Magris, Cees Nooteboom. Lo scrittore inglese sarà, inoltre, protagonista, di un dibattito insieme a David Bellatalla e a Stefano Rosati, autori del libro Il grande viaggio – Lungo le antiche vie carovaniere: tre viaggiatori che hanno attraversato in tempi diversi i luoghi della Via della Seta. Il libro di Bellatalla e Rosati riceverà il premio Viaggi di carta- Il miglior libro di viaggio.

I finalisti di questa edizione sono:

1° classificato: Un cielo pieno di diyas di Antonella Gramone
2° classificato: Le vie dei cunti di Alessio di Modica
3° classificato ex aequo: Mare, cielo e terra di Antonino Accursio Soldano; La Grande Muraglia di Flaviano Bianchini

Sezione fotografia:
1° classificato: Hammam di Agnes Montanari
2° classificato: Cina, un paese in continua trasformazione di Alberto Bortoluzzi
3° ex-aequo: Honaht di Chiara Scardozzi; La via della seta georgiana di Antonio Vacirca

Menzione d’onore alle immagini del giovane siriano Muneb Nassar, che ha compiuto un viaggio solitario nel suo Paese martoriato dalla guerra, armato solo di una fotocamera. Il Premio Chatwin 2021 anticipa così una nuova sezione di concorso per l’anno prossimo, riservata agli autori indipendenti: Professione freelance, sentieri tortuosi. E l’organizzazione vorrebbe anche reintrodurre la sezione legata ai video.

I giurati:

1. Ivo Saglietti, documentarista cinematografico e fotografo. Ha vinto il World Press Photo nel 1992 e nel 1999. Premio Chatwin 2010
2. Maurizio Garofalo, giornalista, fotografo, art director.
3. Andrea Bocconi, scrittore di viaggi e titolare del laboratorio di scrittura della scuola del viaggio
4. Silvestro Serra, giornalista, ha diretto per dieci anni il mensile Gente Viaggi, dal 2012 direttore del mensile Touring e responsabile della comunicazione di T.C.I.
5. Enrico Rotelli, biografo e giornalista, scrive per le pagine culturali del Corriere della Sera. Ha inoltre tradotto per Bompiani Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald (2019).
6. Vladan Radovich, direttore della fotografia – membro dell’Associazione Italiana Autori della Fotografia Cinematografica e di Imago. Tra i riconoscimenti David di Donatello – Miglior fotografia per Anime nere (2015) e Nomination nel 2017 e 2020
7. Giovanni Scipioni, giornalista, scrittore per dieci anni direttore de “I Viaggi di Repubblica”. Attualmente ha il blog “Zig Zag” su www.repubblica.it
8. Marco Aime, antropologo, scrittore, saggista, viaggiatore, docente di antropologia culturale presso l’Università di Genova.
9. Giovanna Ciorciolini, autrice di programmi televisivi tra cui: Sapiens, Alle falde del kilimangiaro, Gaia, Il Pianeta che vive, Fuori luogo-storia della terra e degli uomini, Kalipè a passo corto e lento.
10.Davide Sapienza, giornalista, scrittore, viaggiatore, tra i partner europei
per il progetto Bodo2024, città europea

Presenterà l’evento di sabato 23 ottobre un altro grande viaggiatore, Davide Sapienza, scrittore, giornalista, traduttore, geopoeta. Il Premio Chatwin 2021 – Camminando per il mondo è organizzato dall’Associazione Culturale Chatwin in collaborazione con Stl – Sviluppo Turistico Lerici, con il sostegno della Regione Liguria e il patrocinio del Ministero della Cultura e del Comune di Lerici. L’ingresso all’Astoria è gratuito, si consiglia di prenotare telefonando al numero 348 5543921.

leggi anche
Paolo Crepet al Festival della Salute di Lerici
"importante saper dire grazie e scusa"
Crepet a Lerici: “Mia mamma non paragonava Sabin a Hitler, in sessant’anni è scivolata via l’intelligenza”
"Cave Canem", le gigantografie di Claudio Barontini
Sul lungomare fino a san terenzo
Le gigantografie di Barontini rimangono a Lerici fino al 15 novembre