Quantcast
Grazzini: "Peracchini va da Berlusconi? Lo accompagno volentieri" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Centrodestra thrilling

Grazzini: “Peracchini va da Berlusconi? Lo accompagno volentieri”

Villa San Martino, Arcore. Residenza di Silvio Berlsconi

La diatriba che dilania il centrodestra spezzino da mesi, quella tra il commissario provinciale di Forza Italia Nanni Grazzini e il sindaco Pierluigi Peracchini, con il conseguente gelo nei rapporti tra il partito azzurro e Cambiamo, si accingerebbe a transitare per Arcore. “Pierluigi Peracchini, tramite Luigi Grillo, ha chiesto udienza al presidente Berlusconi”, afferma Grazzini in una nota. “Sono pronto – prosegue sornione – ad accompagnare io stesso, insieme al mio coordinatore comunale, Peracchini e tutti quelli che vogliono entrare in Forza Italia dal nostro presidente, compatibilmente ai suoi impegni. Del resto il nostro partito si fonda da sempre su valori cattolici, riformisti, liberali, europeisti, all’insegna della moderazione in cui Peracchini, come molti italiani, torna a riconoscersi. Naturalmente – aggiunge il commissario spezzino – non ci saranno come non ci sono mai stati primi della classe senza aver dato neppure un esame di fedeltà al partito”.
“A farne richiesta per conto del sindaco della Spezia è stato lo stesso Grillo che ha contattato personalmente Carlo Bagnasco che, con la correttezza che lo contraddistingue, mi ha subito informato”, conclude Grazzini.
In un momento delicato per la coalizione di centrodestra, dopo il risultato disastroso di Savona, l’intreccio alla corte di Berlusconi annunciato dal commissario provinciale di Forza Italia sorprende e complica ulteriormente il quadro e rende sempre più incerto l’orizzonte in vista delle amministrative 2022.

leggi anche
Pierluigi Peracchini
Sulle sofferenze causate dalla pandemia
“Peracchini mette a rischio la salute? Maldestra speculazione di Grazzini e Baldino”