Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Santo Stefano, giunta da definire tra conferme e novità

Entro venti giorni il primo consiglio comunale.

Santo Stefano Magra

Un paio di giorni di rilassamento post elettorale, poi entreranno nel vivo i ragionamenti per la composizione della squadra di governo di Santo Stefano Magra. Nella giunta guidata dalla sindaca Paola Sisti, confermata con il 49 per cento dei consensi, potrebbero non mancare alcune conferme. Ad esempio quella di Jacopo Alberghi, indipendente, assessore a Protezione civile e Municipale nella scorsa legislatura, uscito dal voto come il più preferenziato di tutti, a quota 446. Terzo come preferenze Gionni Giannarelli, esponente Pd, che ne ha incassate 270: assessore esterno all’Ambiente nella passata giunta, potrebbe restare nella squadra di governo, questa volta con tutte le facoltà di un membro del consiglio, in primis quella del voto. Nel comporre la giunta sarà anche necessario soddisfare le esigenze di genere e di equilibri politici. Le figure femminili non mancano, tra queste la seconda più votata della tornata (339), Chiara Battistini, Pd, capogruppo di maggioranza nella scorsa legislatura. Come detto, occorrerà probabilmente ragionare anche di rappresentatività politica, in quanto la confermata Sisti ha corso guidando una coalizione che, oltre a Pd e indipendenti, contava anche su sostegno e candidati di Articolo uno, Lista Sansa, Movimento cinque stelle e Rifondazione. E se le prime tre forze non sono riuscite a entrare in consiglio, il Prc ha invece fatto breccia con Eva Battistini (165 preferenze), settima su otto eletti. Il suo nome potrebbe essere quindi spendibile per dare una ulteriore coloritura una giunta a trazione Dem, finalità per raggiungere la quale potrebbe altresì rivelarsi utile il ricorso a un assessore esterno. Ad ogni modo, nei prossimi giorni la discussione prenderà corpo e condurrà alla rosa di nomi definitiva che siederà tra i banchi del governo comunale entro il primo consiglio della nuova legislatura, da convocarsi entro venti giorni.

leggi anche
Paola Sisti al point dopo il successo elettorale
"le istituzioni sono di tutti"
Sisti: “Continuerò a confrontarmi con tutte le forze che mi hanno sostenuto”