Quantcast
Otto consiglieri per il centrosinistra. Eletto Mondini, i Popolari non entrano - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Elezioni santo stefano

Otto consiglieri per il centrosinistra. Eletto Mondini, i Popolari non entrano

'Uniti per cambiare Santo Stefano' in consiglio con il candidato sindaco Cucchi e gli esponenti Lega Aiesi e Ratti.

La conta provvisoria dei voti

Qualche conferma e tante novità per il consiglio comunale di Santo Stefano, uscito dalla due giorni di consultazioni elettorali che hanno consegnato alla sindaca Paola Sisti il secondo mandato. Otto i consiglieri eletti nella lista vincitrice (2177 voti): si tratta, in ordine di preferenze, di Jacopo Alberghi (assessore uscente a Municipale e Protezione civile, quasi 450 preferenze, il più votato della tornata), Chiara Battistini (capogruppo uscente), Gionni Giannarelli (assessore esterno all’ambiente uscente), Marzia Bertolla, Roberta Parisi, Paolo Ruffini, Eva Battistini e Niccolò Menconi. In una nota a commento del voto, Antonella Franciosi dal coordinamento di Italia Viva esprime “grande soddisfazione anche per la vittoria di Santo Stefano, dove Alberghi, il candidato dello schieramento riformista, porta in dote a Sisti il pieno di preferenze, cosa che ci permette di dire che per il centrosinistra il modello vincente non è quello delle regionali che i risultati di oggi dicono di riporre nell’armadio”. Gli otto eletti presentano, appunto, il riformista Alberghi, esponenti Pd, indipendenti; dentro anche la componente Rifondazione con l’eletta Eva Battistini, mentre non entrano i candidati di Lista Sansa, Articolo uno e Movimento cinque stelle.
Tre i consiglieri per la lista ‘Uniti per cambiare Santo Stefano Magra’ (1296 voti), sostenuta da Cambiamo, FdI, Lega, esponenti socialisti: a passare, assieme al candidato sindaco Emanuele Cucchi, sono gli esponenti della Lega Eleonora Aiesi e Silvio Ratti (consigliere uscente). A completare l’assemblea, Luciano Mondini, candidato sindaco della lista ‘Salute e ambiente’ (456 voti). Niente da fare per ‘Domani per Santo Stefano Magra’, guidata dal candidato sindaco Alberto Monticelli. La lista, erede di quella Santo Stefano Popolare arrivata seconda nel 2016, ha ottenuto 342 voti, non sufficienti a garantire un posto in consiglio comunale, nemmeno per il candidato sindaco Alberto Monticelli (consigliere uscente, come Francesco Ponzanelli e Pietro Serarcangeli, in lista a suo sostegno). E se ad Ameglia i voti della lista sostenuta da Popolari e Forza Italia ‘fa mancare’ al centrodestra i numeri per confermarsi, a Santo Stefano la somma dei voti di Monticelli e Cucchi è comunque sotto il centrosinistra.
Infine, 165 voti e nessun consigliere per la lista del Pci, candidato sindaco Pierpaolo Venturini.

leggi anche
Umberto Galazzo con la moglie e i figli
Nuovo sindaco dopo sette anni
Il riscatto sereno di Galazzo: “Ad Ameglia c’era malcontento, la mia squadra ha vinto con l’entusiasmo”
Generico ottobre 2021
Sette seggi su 10 per cittadini in comune
Riomaggiore conferma Fabrizia Pecunia: “E’ stata dura, ma ce l’abbiamo fatta”
Paola Sisti al point dopo il successo elettorale
"ripartiamo da piazza garibaldi"
Sisti: “Fiducia guadagnata con cinque anni di lavoro”
Elezioni amministrative Ameglia 2021
Questione di unità?
Il centrodestra perde Ameglia e deve fare i conti con le tensioni interne