Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Legge regionale

Lerici, ok all’aggiornamento del Puc che limita il Piano casa

Giovedì scorso in consiglio comunale.

Il Comune di Lerici, gennaio 2018

Nell’ultima seduta del consiglio comunale di Lerici, tenutosi giovedì 30 settembre, è stata approvata la delibera di aggiornamento al Puc (Piano Urbanistico Comunale). Tale aggiornamento (ne avevamo parlato QUI, dopo l’illustrazione in commissione) ha visto l’inserimento di alcune limitazioni all’applicazione della legge regionale 49/09, il cosiddetto Piano casa, legge che consente il rinnovo del patrimonio edilizio esistente che versa in condizioni di rischio strutturale, idraulico, idrogeologico o di incompatibilità urbanistica, permettendo inoltre la realizzazione di aumenti volumetrici, ulteriormente incrementabili nel caso si adottino moderne tecnologie per la sicurezza sismica, l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale degli edifici.

“La delibera comunale, approvata con i voti della maggioranza – spiega la nota di Palazzo civico -, ha inserito alcune limitazioni alla legge regionale, in considerazione della particolare conformazione del territorio lericino. Nello specifico, la delibera dispone che l’aumento volumetrico previsto dalla legge regionale sia consentito solo agli edifici aventi volume non superiore a 1500 mq e che il trasferimento degli edifici esposti a rischio idraulico sia limitato a particolari ambiti, indicativamente corrispondenti alla frazione originaria, e non in qualsiasi frazione del territorio comunale come precedentemente previsto. Inoltre, a seguito della delibera comunale, non sarà sempre possibile cambiare la destinazione d’uso dell’immobile originario in concomitanza all’applicazione del Piano casa. La legge regionale rimane non applicabile ai centri storici e agli edifici ricadenti all’interno del Parco di Montemarcello Magra-Vara”.

“Questo è il primo step verso una revisione generale del piano urbanistico comunale – commenta l’assessore all’Urbanistica, Marco Russo -. Abbiamo raggiunto questo primo obiettivo in tempi rapidi grazie all’immane lavoro avviato nel 2016, che ha visto lo studio puntuale, edificio per edificio, degli immobili presenti nel territorio comunale, analizzandone le dimensioni, i volumi e la capacità insediativa. Il lavoro oggi prosegue verso la realizzazione di un nuovo piano urbanistico, che tuteli l’ambiente, tenga conto delle problematiche legate alla residenzialità, alla mobilità, al corretto utilizzo del patrimonio edilizio e della necessità di sviluppare le attività produttive e il settore turistico”.

Più informazioni
leggi anche
Piano casa, Lerici, perimetri di origine e destinazione (dalla relazione che andrà in consiglio il 30/9/2021)
Passaggio in commissione
Limiti ad ampliamenti e spostamenti per un Piano casa a misura di Lerici
Salita Canata
"coinvolgere soprintendenza"
Da Salita Canata al Puc: "Piano casa non fa parte nostra mentalità"
Salita Canata
Legge regionale
"Una variante al Puc che renda il Piano casa più congruo con il territorio"
Lerici, giugno 2020
Scuola
Riparte il progetto Erasmus Plus all’Isa 10 di Lerici
Roberto Vara
Piano casa
“Revisione Puc, colpevole ritardo dell’amministrazione”
Il materiale dragato alla foce del Canale Carbognano
Il canale
Dragaggio foce Carbognano, rimossi oltre sette metri cubi di materiale
Arianna Bucci
"serviva aggiornamento mappe"
“Calo residenti legato a servizi e lavoro, non a necessità nuove costruzioni”
Il castello di Lerici, nel golfo una nave da crociera
Deliberato dal consiglio
Lerici, tempo fino al 18 novembre per le osservazioni all’aggiornamento al Puc
Passeggiata di sensibilizzazione contro il progetto edificatorio in Salita Canata a Lerici.
Lerici
Salita Canata: discusso il ricorso al Tar, si attende il verdetto
Panoramica della città della Spezia
Dati ispra
Consumo suolo netto: “Liguria regione più virtuosa a livello nazionale”