Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Da madì agli "ansaldini"

“Lerici negli anni Sessanta”, se ne parla con Pagano e Mirabello

Appuntamento giovedì 30 settembre alle ore 18 al Circolo ARCI La Serra.

Lerici (2012) (foto Giorgio Pagano)

Giovedì 30 settembre alle ore 18 al Circolo ARCI La Serra (via Casamento 18) si terrà un incontro sul tema “Lerici negli anni Sessanta”. Stefania Novelli, Presidente del Comitato territoriale ARCI La Spezia e i giornalisti Riccardo Bonvicini e Enzo Millepiedi dialogheranno con Giorgio Pagano, autore con Maria Cristina Mirabello del libro in due volumi “Un mondo nuovo, una speranza appena nata. Gli anni Sessanta alla Spezia ed in provincia”.

L’incontro si soffermerà sui protagonisti della Lerici del decennio: i ragazzi, provenienti da tutto il mondo, dell’Ostello della Gioventù e Madì, “la regina dei nomadi”, Enrico Calzolari e il Circolo culturale La Carpaneta, il Circolo culturale Pozzuolo, la Scuola Alberghiera nata nel 1968, Ovidio Iozzelli e gli operai della Pertusola, Dino Grassi e gli “ansaldini” del Cantiere Muggiano, le ragazze e i ragazzi del movimento studentesco impegnati a Spezia e a Carrara, gli amministratori locali (Lerici passò in quegli anni da una Giunta di sinistra a una di centrosinistra, per poi tornare a una Giunta di sinistra grazie all’apporto di un repubblicano anomalo come Piero Di Sibio) e gli intellettuali innamorati di Lerici, dagli editori Valentino Bompiani e Mario Spagnol al poeta Attilio Bertolucci e allo scrittore Mario Soldati, fino al poeta nativo della Serra Paolo Bertolani, le cui poesie impreziosiscono il libro di Pagano e Mirabello. Anni di lotte e di speranze in un “mondo nuovo”, nello scenario di una Lerici bellissima, ancora non invasa da distese di case e di barche.

Più informazioni