Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Timido ottimismo

Erlic, Maggiore e Kovalenko: giovedì si fa il punto

Nguiamba affronta martedì le ultime visite prima di firmare un triennale con lo Spezia.

Maggiore si dispera

Lavorano a parte, ma tutti per precauzione. La settimana che porta alla delicata sfida di Verona inizia, in casa Spezia, con tre punti interrogativi su altrettanti elementi della rosa. Il difensore Erlic ha abbandonato la piscina ed è tornato a farsi vedere a Follo, dopo aver sofferto di un fastidio muscolare sparito solo nelle ultime ore. Capitan Maggiore ha i postumi di un duro colpo al ginocchio rimediato nella partita contro il Milan, con relativo gonfiore e sensazione di dolore ma senza apparenti problemi più seri.

Il talentuoso Kovalenko si è allenato a spizzichi e bocconi per due settimane, anche lui per un problema muscolare, ma dovrebbe aver lasciato il peggio alle spalle. Tutti lavorano a parte per non rischiare di sottoporsi a stress eccessivi con lavoro di forza o incappare in contrasti. Almeno fino a giovedì, quando sarà fatto un punto della situazione delle rispettive condizioni con l’obiettivo di recuperarli per la partita di domenica.

Mercoledì d’altra parte dovrebbe essere il primo giorno a Follo di Nguiamba, che anche domani sarà alle prese con un’altra trafila di visite mediche di rito prima di firmare il triennale apparecchiato per lui. Se sarà dei convocati già dalla prossima giornata utile, spetterà a Thiago Motta deciderlo. E in ogni caso la condizione dei suoi prossimi nuovi compagni avrà probabilmente un peso nella decisione.

Subito dopo la sosta dovrebbe infine esserci un nuoco check up delle condizioni di Leo Sena, che mostrava un timido miglioramento nell’ultima verifica di tre settimane fa. Se otterrà il via libera, potrà iniziare a lavorare per il successivo controllo finalizzato al riottenimento dell’idoneità sportiva, sospesa ormai dalla scorsa estate. Anche nella migliore delle ipotesi, rivederlo in una partita ufficiale non sarà questione che potrà realizzarsi prima di novembre. Ma per come si è sviluppata la vicenda, sarebbe già un’ottima notizia per tutti.

Più informazioni