Quantcast
"Ennesima variazione di bilancio a dieci giorni dalle elezioni" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"finti paladini delle fasce deboli"

“Ennesima variazione di bilancio a dieci giorni dalle elezioni”

I consiglieri Lazzoni e Ratti: "Sindaca Sisti ha bisogno di far campagna elettorale anche attraverso il consiglio comunale?".

Silvio Ratti e Paola Lazzoni

“A distanza di dieci giorni dalle elezioni amministrative, siamo stati chiamati a votare un’ennesima variazione di bilancio che ben avrebbe potuto essere effettuata anche dopo il 4 ottobre, dal nuovo sindaco e dalla giunta che ci accingiamo ad eleggere. Ed allora, perché questa fretta? Ha per caso bisogno la nostra sindaca di far campagna elettorale anche attraverso l’uso del consesso istituzionale del consiglio comunale? A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Del resto, non è un caso se proprio ora ha fatto asfaltare strade sofferenti da tempo, ha fatto sgomberare dai rifiuti aree abbandonate per anni, come ad es l’ARC 5 a Madonnetta, ha previsto il potenziamento del trasporto locale per Ponzano Superiore”. Così in una nota Paola Lazzoni e Silvio Ratti, consiglieri comunali di Insieme per voltare pagina.

“È imbarazzante – proseguono rivolti alla sindaca Paola Sisti – sentirle dire che manterrà i servizi ai più deboli solo grazie all’aumento di quei tre punti percentuali IRPEF! Piuttosto, è ora di eliminare gli sprechi, è ora di valorizzare le risorse interne e ridurre le consulenze esterne! Cinque anni sono volati e molte cose sono cambiate negli equilibri politici santostefanesi. Una cosa è rimasta immobile: la staticità di una giunta che ha in gran parte disatteso il programma: a partire dal ‘grande piano delle piccole opere’, alla cura delle aree verdi urbane, alla riqualificazione dei borghi, della Piazza Garibaldi, al completamento del Palazzo comunale. Per non parlare del grande assente: l’assessore all’ambiente Giannarelli… il fallimento delle politiche ambientali è sotto gli occhi di tutti e non serve aggiungere altro. Assenza fisica ed amministrativa che, anche in occasione dell’ultimo  consiglio comunale e della discussione circa gli esiti del lavoro della Commissione Ambiente, non è mancata. Ed allora, deve finire il tempo in cui la politica di facciata, quella dei finti paladini della tutela delle fasce deboli, prevale. Sono stati cinque anni impegnativi ma oggi finalmente è emersa l’approssimazione di un sindaco e di una giunta deboli ed incapaci ed auspichiamo che il nostro costante impegno possa dare oggi un contributo al cambiamento di Santo Stefano di Magra”.

leggi anche
Emanuele Cucchi
Elezioni del 3-4 ottobre
“Sisti e Monticelli a braccetto, noi unica alternativa”
Paola Sisti e Ferruccio Sansa
Verso il voto
“Ex Pd tra le file del centrodestra. Salvini? Qua trova comunità antifascista”