Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Santo stefano

“Grave ingerenza dell’Anpi in piena campagna elettorale”

Lettera aperta dell'ex sindaco e presidente provinciale Sauro Baruzzo.

Sauro Baruzzo

Ricordo una frase di Ferruccio Parri che, incontrando giovani universitari, disse “Siete voi giovani che dovete tirare i sassi nei vetri. Così quando i vetri si rompono i vecchi si rendono conto che devono cambiarli”. A questo copresidente ricordo che gli ideali, che furono alla base della lotta antifascista, sono scritti nella nostra carta costituzionale. Oggi, la funzione dell’ANPI, Associazione Nazionale Partigiani Italiani, rimane quella di mantenere vive le intenzioni di chi lottò per la libertà di tutti noi. Alla lotta di liberazione vi hanno contribuito socialisti, comunisti, democristiani, liberali, repubblicani, azionisti e monarchici. Ovviamente non tutti avevano le stesse opinioni. L’ANPI, dalla sua formazione, ha sempre imposto la sua egemonia. I comunisti, che lottavano anch’essi contro il nazifascismo, avevano desiderio di costruire uno stato comunista in Italia con l’ausilio delle risorse staliniane.
Provo un profondo malessere per la grave ingerenza che ha avuto l’ANPI nel manifestare, in piena campagna elettorale, un riconoscimento riservato all’odierno sindaco Paola Sisti quando tutti hanno contribuito al successo delle manifestazioni organizzate dalla medesima associazione. Tutto ciò è avvenuto con il contributo del copresidente del Comitato unitario della Resistenza Pagano dal momento che fece firmare il consenso al segretario, mio vecchio compagno, che credo essere il colpevole. Questi episodi di sostegno ad una parte politica non sono mai stati pronunciati in passato.
Ho sempre mantenuto un riserbo su una storia personale. Alla scomparsa di mia madre chiesi agli uffici comunali, essendo trascorsi più di settanta anni dalla scomparsa di mio padre partigiano, se fosse stato possibile collocarne le ceneri nella cappella in cui giaceva mio padre. Me ne fu negata la possibilità a causa del regolamento vigente. Oggi, vengo a conoscenza che il nostro sindaco ha permesso la collocazione nella cappella dei partigiani delle ceneri del comandante Tulio e della moglie. Non intendo esprimere giustizi ma limitarmi all’esposizione dei fatti ed andare a cambiare i vetri rotti. Auspico ed invito Giorgio Pagano a dimettersi dalla carica di copresidente del Comitato unitario della Resistenza per la grave scorrettezza a mio avviso commessa.

Sauro Baruzzo,
ancora iscritto all’ANPI.

Più informazioni
leggi anche
Biennale sulla Resistenza, foto di gruppo finale
Santo stefano
Anpi: “Grazie all’amministrazione uscente per il costante apporto alle nostre iniziative”
Assessore Angelo Zangani
L'intervento del consigliere uscente
Zangani all’Anpi: “Non si capisce quale sia stata l’attività straordinaria dell’amministrazione Sisti”
Anpi
Santo stefano
Anpi: “Chi ha volutamente distorto il nostro comunicato lo rilegga con obiettività e serenità”