LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"sicurezza stradale"

Palazzo civico a Fratelli d’Italia: “Nessuna discriminazione, quello spazio negato a tutte le liste”

"Da uffici totale imparzialità".

Santo Stefano Magra

“In relazione all’articolo apparso ieri su stampa da parte di Fratelli d’Italia che, con riguardo alla mancata autorizzazione di un gazebo elettorale, lamenterebbe una presunta (ma in realtà del tutto inesistente) discriminazione politica da parte dell’Ufficio Elettorale di questo ente, ci corre l’obbligo come Amministrazione Comunale di precisare quanto segue. La contestazione è del tutto infondata”. Si apre così la nota diffusa dal sindaco Paola Sisti e della giunta comunale di Santo Stefano Magra. “L’Ufficio Elettorale ed i suoi funzionari – prosegue la nota – svolgono una funzione pubblica in totale terzietà ed imparzialità rispetto a qualsiasi Lista in corsa per le prossime amministrative, utilizzando quale unico criterio per il proprio operato il rispetto delle norme di legge vigenti per il settore in questione. Nel merito della vicenda, si ricorda che, in data 16.9.2021, si è tenuta presso il suddetto ufficio una riunione alla presenza del Comandante della Polizia Municipale, del Funzionario che rilascia le autorizzazioni per l’occupazione del suolo pubblico e dei rispettivi rappresentanti di tutte le Liste impegnate nella prossima competizione elettorale. In tale occasione venivano stabilite le aree in cui è possibile posizionare i gazebo elettorali, a condizione sempre che gli stessi non arrechino intralcio o pericolo alla circolazione stradale e alle attività ivi presenti, spazi messi a disposizione di tutte le Liste in egual misura. Alla luce di ciò, il permesso di sostare nella zona citata nell’articolo di cui sopra è stata negata a tutte le liste che ne hanno fatto richiesta e questo dopo averlo concordato con i responsabili di tutte le Liste, facendo salvo il solo volantinaggio senza strutture. La ragione è molto semplice e ben nota, il Comando di Polizia Municipale ha voluto evitare il congestionamento dell’area per motivi di sicurezza stradale. Palese quindi l’inesistenza di qualsiasi trattamento discriminatorio da parte degli Uffici. Si osserva infine come il Funzionario che si occupa delle autorizzazioni per il suolo pubblico risulta aver dato comunicazione di tutto quanto sopra sia via email, sia, a titolo di cortesia, per via telefonica, a tutti i rappresentanti di lista, compresi Fratelli d’Italia. Le presenti precisazioni parevano quindi doverose in primis per il rispetto del lavoro degli Uffici comunali impegnatissimi in vista della prossima competizione elettorale”.

leggi anche
Santo Stefano
Santo stefano magra
Fratelli d’Italia: “Il Comune ci impedisce di mettere un gazebo, ma saremo presenti lo stesso coi candidati Belloni e Giaume”
Santo Stefano
"discutibili problemi di sicurezza stradale"
Fratelli d’Italia: “Regole modificate a campagna elettorale iniziata”