Quantcast
All'ultimo tuffo: ora inizia il campionato dello Spezia - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Venezia-spezia 1-2

All’ultimo tuffo: ora inizia il campionato dello Spezia

Con una prova coraggiosa, lo Spezia centra una vittoria di grandissima importanza a Venezia. Vantaggio con un gol fantastico di Bastoni e predominio per un'ora, poi l'ex Ceccaroni pareggia e c'è da soffrire. A tempo scaduto, Bourabia inventa un tiro straordinario.

Esultanza Spezia a Venezia (foto Stefano Stradini)

VENEZIA-SPEZIA 1-2 (13’pt Bastoni, 14’st Ceccaroni, 45’st+4 Bourabia)

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Molinaro; Crnigoj (10’st Petretz), Vacca (31’st Heymans), Busio (31’st Kiyine); Okereke (18’st Aramu), Henry (18’st Forte), Johnsen. A disp. Bjarkason, Ebuhei, Modolo, Neri, Schnegg, Svoboda, Tessmann.

All. Paolo Zanetti

 

SPEZIA (3-4-2-1): Zoet; Amian, Erlic (23’pt Hristov), Nikolaou; Ferrer, Sala, Maggiore (34’st Bourabia), Bastoni; Verde (34’st Nzola), Gyasi, Antiste (34’st Podgoreanu). A disp. Kiwior, Kovalenko, Provedel, Salcedo, Zovko.

All. Thiago Motta

 

Arbitro: Rosario Abisso (Palermo)

Assistenti: Domenico Roccasa (Catanzaro), Andrea Zingarelli (Siena)

Quarto Ufficiale: Luca Massimi (Termoli)

Var Marco Di Bello (Brindisi), Avar Mauro Galetto (Rovigo)

 

Angoli: 3-10

Ammoniti: Mazzocchi, Ferrer, Vacca, Busio, Heymans

Recuperi: 1’+4′

 

FINE

45’+5 – VENEZIA-SPEZIA 1-2 / Ultimo velleitario assalto del Venezia: vince lo Spezia!

Esultanza finale: Venezia-Spezia 1-2

 

45’+4 – GOL! GOL! GOL! Bourabia incrocia di destro da fuori area e lo Spezia è avanti in pieno recupero!

Bourabia indovina l'angolo (foto Stefano Stradini)

 

45’+2 – Fallo in area, lo Spezia respira dopo due minuti di pressione del Venezia.

45′ – Sono quattro i minuti di recupero.

45′ – Amian chiude Henry in un corpo a corpo drammatico dentro l’area.

43′ – Squadre stanche, tanti errori anche nei passaggi facili.

39′ – Manaj tergiversa con il pallone, prende fallo e giallo per Molinaro ma c’era Podgoreanu tutto libero sulla destra…

36′ – Motta la vuole vincere, se possibile la formazione è più offensiva di quella di partenza.

34 ‘- Risponde Motta: Nzola per Verde, Podgoreanu per Antiste e Bourabia per Maggiore

31′ – Doppio cambio nel Venezia: Kyine per  Busio e Heymans per Vacca

29′ – Spezia in campo con il 4-2-3-1, con Ferrer che si piazza a centrocampo accanto a Maggiore

25′ – Thiago Motta leva un centrocampista per un attaccante: fuori Sala per Manaj.

25′ – Lo Spezia è sfilacciato e Johnsen ne salta metà centralmente per poi tirare fuori.

24′ – Giallo per Busio, entrato duro su Ferrer a centrocampo.

22′ – Antiste interviene al limite dell’area e Abisso commina un calcio di punizione per il Venezia. Va Aramu e la palla è fuori di poco. Altro rischio per Zoet.

18′ – Gyasi prova a tirare da fuori e non va lontano dalla traversa.

16′ – Lo Spezia accusa il colpo e lascia ad Henry un contropiede che viene fermato all’ultimissimo da Hristov. Ma che rischio!

16’ – VENEZIA-SPEZIA 1-1 / Punizione dalla trequarti, Hristov si perde il collega di difesa e mette nell’angolo di testa.

15′ – GOL del Venezia. Segna l’ex Ceccaroni, lo spezzino cresciuto nel settore giovanile aquilotto.

13′ – Gyasi prova a girare il pallone dopo un rimpallo, ma il tiro è morbido e vola sopra la traversa

10′ – Esce Crnigoj ed Peretz per il Venezia

5′ – Ben sei corner di seguito per lo Spezia, nulla da fare

3′ – Giallo per Ferrer che interviene molto duro a centrocampo

1′ – Nessun cambio

SECONDO TEMPO

 

45’+3 – Duplice fischio.

45’+1 – Busio a terra, mentre scorre il primo minuto di recupero.

45′ – Lo Spezia tiene palla per almeno un minuto al limite dell’area del Venezia. Un possesso che suggella il predominio in campo.

41′ – Antiste tiene un altro pallone e questa volta è Ceccaroni a fermarlo fallosamente. Grande partita del francese.

37′ – Molinaro abbatte Antiste tirandolo giù per i capelli. Niente cartellino, graziato anche lui.

35′ – Brutto fallo di Mazzocchi su Gyasi, l’arbitro Abisso lo grazia. Ci poteva stare il giallo!

30′ – Cross di Antiste dalla sinistra, colpo di testa di Gyasi che finisce tra le baccia di Maenpaa.

26′ – Giallo per Mazzocchi, che taglia la strada ad Antiste lanciato in contropiede.

22′ – Si lascia cadere Erlic, toccandosi la gamba sinistra. E’ infortunato! Entra Hristov al suo posto.

Erlic infortunato (foto Stefano Stradini)

 

20′ – Pericolo per Zoet, Busio si presenta al limite dell’area e prova a concludere di prima intenzione dal limite dell’area: palla fuori, ma non di molto.

14′ – VENEZIA-SPEZIA 0-1 / Applaude composto in panchina Thiago Motta, esplodono i tifosi spezzini in curva ospiti. Si sono goduti questa prodezza da pochi metri.

Esultanza Spezia al Penzo

 

13 ‘ – GOL!!! Bastoni inventa un tiro straordinario! Maggiore dal cuore dell’area scarica dietro, il mancino arriva e infila l’incrocio dei pali di prima intenzione. C A P O L A V O R O !

Esultanza Spezia al Penzo (foto Stefano Stradini)

 

11′ – Ora gli aquilotti battono tre calci d’angolo consecutivi, tutti respinti dalla difesa di Zanetti.

10′ – Poco Spezia al Penzo non si segnala ancora un’azione che abbia varcato la trequarti dei padroni di casa.

3′ – Angolo su cui Zoet non è perfetto, pallone perso e rovesciata provata da Vacca che finisce tra le mani dell’olandese.

1′ – E’ iniziata Venezia-Spezia

PRIMO TEMPO

 

14.55 – Qualche contrattempo per i tifosi aquilotti all’entrata del settore ospiti: tornelli ko e ingresso con il biglietto strappato come succedeva una volta. Buona presenza spezzina in Laguna.

Tifosi spezzini al Penzo (foto Stefano Stradini)

 

ore 14.51 – E invece no. Rispetto al primo annuncio, c’è Sala in mezzo al campo e la difesa di schiera a tre. Amian fa il centrale di destra, Sala e Maggiore in mezzo con Bastoni esterno a sinistra. In avanti è Gyasi a fare il centravanti. E’ 3-4-2-1: quarta partita e terzo modulo diverso per Thiago Motta.

SPEZIA (3-4-2-1): Zoet; Amian, Erlic, Nikolaou; Ferrer, Sala, Maggiore, Bastoni; Verde, Gyasi, Antiste.

ore 14.20 – Nel match delle 12, altro passo falso casalingo dell’Empoli. Toscani battuti nettamente dalla Sampdoria per 0-3, con doppietta di Caputo e gol di Candreva. La squadra di Andreazzoli ha dunque 3 punti, grazie alla vittoria contro la Juventus, dopo quattro giornate. Venezia-Spezia è ancora più interessante in ottica salvezza: gli aquilotti hanno la possibilità di scavalcare entrambe con una vittoria.

ore 14.08 – Ecco le formazioni ufficiali. Thiago Motta lascia in panchina Sala e Kovalenko, dà una maglia da titolare a Bourabia e sposta a centrocampo Bastoni. Terzino sinistro gioca quindi Ferrer, con Amian che riprende il suo posto a destra. In avanti c’è Antiste confermato al centro, con Verde e Gyasi.

FORMAZIONI

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Molinaro; Crnigoj, Vacca, Busio; Okereke, Henry, Johnsen.

SPEZIA (4-3-3): Zoet; Amian, Erlic, Nikolaou, Ferrer; Maggiore, Bourabia, Bastoni; Verde, Antiste, Gyasi.

Venezia-Spezia, il riscaldamento (foto Stefano Stradini)

 

ore 14.11 – Fuori per infortunio Agudelo, Colley e Reca. In cinque giorni sono tutti andati ko: il primo per una frattura, gli altri due per problemi muscolari. Non torneranno prima di ottobre inoltrato. Tra i convocati c’è però Eddie Salcedo, attaccante dell’Italia U20 arrivato in prestito dall’Inter via Genoa. Rientra Erlic e Amian, fermati la scorsa domenica da un infortunio e da una squalifica.

ore 13.55 – Altra notizia di giornata è il rientro tra i convocati di M’Bala Nzola, centravanti da doppia cifra la scorsa stagione che ha vissuto un’estate da separato in casa. Chiarimento con il club e nello spogliatoio, ora il nazionale angolano prova a rientrare nel progetto. Prima convocazione per Rey Manaj, attaccante della nazionale albanese arrivato l’ultimo giorno di mercato in prestito dal Barcellona. Contro l’Udinese è il 19enne francese Janis Antiste ad aver agito da attaccante centrale, sfornando un’ottima prestazione.

Stadio Penzo (foto Stefano Stradini)

 

ore 13.40 – Quarta giornata della serie A 2021/22. Lo Spezia è di scena al “Penzo” di Venezia, recentemente oggetto di lavori per renderlo utilizzabile in massima serie. Aquilotti reduci dalla sconfitta casalinga contro l’Udinese all’ultimo minuto, dopo una partita ben giocata per almeno un’ora. Padroni di casa galvanizzati dalla vittoria contro l’Empoli in Toscana, nel primo degli scontri salvezza di questa tornata settembrina.

Più informazioni