Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
A sarzana

Costringe un giovane a ritirare denaro al bancomat e se lo fa consegnare

Si era avvicinato lasciando intendere di avere un coltello, ma i 30 euro ottenuti non gli sono bastati.

Il rapinatore e la vittima al bancomat

Operazione lampo dei Carabinieri di Sarzana: un rapinatore pluripregiudicato è finito in manette nel primo pomeriggio di ieri a seguito di una minuziosa attività di indagine. L’uomo è un 23enne nato in Egitto, in Italia da anni, ma irregolare sul territorio e senza una fissa dimora, ed è stato sottoposto a fermo, con l’accusa di rapina ai danni di un ragazzo spezzino del ’94, avvenuta nei pressi della stazione ferroviaria di Sarzana introno alle 19.30 del giorno prima. Il giovane si trovava a bordo della sua auto nel parcheggio, quando è stato avvicinato da un uomo a lui sconosciuto che lo ha minacciato e con una mano nella tasca dei pantaloni gli ha fatto chiaramente intendere di avere a portata di mano un coltello che avrebbe usato per ferirlo.

Il ragazzo, molto spaventato, gli ha subito consegnato i 30 euro contanti che aveva con sé. Ma il malvivente non si è accontentato e ha costretto la vittima a mettersi alla guida per raggiungere il bancomat in Via Brigate Muccini, dove il malcapitato, sempre sotto costante minaccia, ha prelevato 250 euro per consegnarli al rapinatore che poi si allontanava furtivamente a piedi.

Non appena il giovane ha sporto denuncia si sono messe in moto le indagini dei militari, sia attraverso la testimonianza diretta che attraverso la visione attenta delle telecamere di videosorveglianza, sia private che comunali, poste nelle adiacenze dei luoghi del misfatto. Alle prime luci dell’alba una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile è riuscita e rintracciare ed individuare il soggetto che si aggirava nei pressi della stazione ferroviaria di Sarzana e, vistosi scoperto, ha tentato la fuga, immediatamente bloccata dai Carabinieri. L’uomo è stato accompagnato in caserma per le formalità di rito e l’autorità giudiziaria concordando in pieno con i risultati investigativi dei Carabinieri, ha disposto  la detenzione nel carcere spezzino con la pesante accusa di rapina aggravata continuata.

Più informazioni