Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Un turismo che cambia e ha voglia di sentieri

Vendite record per la Cinque Terre card: numeri sempre più vicini al 2019

L'estate sembra ancora nel pieno alle Cinque Terre. Sono richiestissimi i sentieri e va a regime la sperimentazione dell'app My pass che si integra anche con gli accessi all'acquario di Genova. Il direttore del Parco Patrizio Scarpellini avverte: "Momento positivo ma serve attenzione a nuove problematiche".

Un’estate di arrivi, scoperte e sperimentazioni. In una stagione che sembra ancora nel pieno della sua magnificenza, al Parco nazionale delle Cinque Terre si confermano i record soprattutto nella vendita della card e nella sperimentazione dell’app My pass che dal suo lancio, non più di una decina di giorni fa, ha già fatto vendere cento carte il primo giorno, senza dimenticare che è in fase di avvio anche il pacchetto integrato con l’ingresso all’acquario di Genova.

Il punto della situazione arriva dal direttore del Parco nazionale delle Cinque Terre Patrizio Scarpellini. Nel redigere un bilancio parziale di come si sta evolvendo la stagione, bisogna partire da un dato di fatto: non ci sono i turisti cinesi e i gruppi. E comunque bisognerà ragionare in sede di Parco per capire come calibrare il tiro anche sulle strade con la massiccia presenza dei camper.

“La vendita delle Cinque Terre Card – spiega – è vicinissima ai dati del 2019, che fu un anno record. Va considerato che questo dato va letto: senza turismo cinese, crociere e gruppi che rappresentano il 15 per cento del totale dei visitatori. L’attenzione è proiettata se ci fossero state anche queste presenze. Il dato importante è la percentuale di carte sentieri: è raddoppiata rispetto al 2019. Questo significa che sono raddoppiati i frequentatori dei sentieri: è un segnale importante, perché certifica che in gran parte è cambiato il turismo. Fa emergere comunque altre problematiche quali i parcheggi. Va gestito, chiaramente. In queste settimane è partita anche la sperimentazione dell’app My pass. Nel primo giorno di lancio sono state vendute all’incirca cento carte. E’ partita bene”.

“Cambiano i frequentatori e la voglia di scoprire le Cinque Terre – precisa Scarpellini – ma è evidente che emergono nuove problematiche: ad esempio non possiamo avere i camperisti lungo la strada. Sul tema strade comunque dovremo incontrarci in ambito Piano del Parco e capire come gestire questo aspetto”.

leggi anche
Una coppia di turisti si tiene per mano tra le vie di Vernazza
E l’enogastronomia tira sempre
L’estate degli italiani, ora la Liguria mira ad allungare la stagione turistica
Corniglia prima delle 18
Economia
Cinque Terre, la ripresa fa girare la testa e crescere le preoccupazioni
Turisti all'Info point di Largo Fiorillo
"servite" 3mila persone
Boom di turisti a luglio: tutti pazzi per Cinque Terre, battelli e parcheggi
Turisti nel piazzale della stazione di Riomaggiore
Sperimentazione per my pass
Parco Cinque Terre come Venezia e Genova: arriva l’app per eliminare le code
Cronaca
In arrivo il maltempo
Il ritratto di Don Caprili
Attualità
In occasione di San Venerio una targa in bronzo per Don Caprili
Nella foto, il Bra 2015-16
Doppio Ferrario, il Bra stende il RapalloBogliasco di Antonio Soda
Trail Golfo dei Poeti 2015: il podio maschile
Sport
Oltre cinquecento atleti al Trail Golfo dei Poeti per uno spettacolo unico
Morto in un incidente l’ex giocatore della Sampdoria Catè. Aveva 38 anni
Cinque Terre card
Attualità
Vendite record per la Cinque Terre card: numeri sempre più vicini al 2019