Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Caso risolto in pochi giorni

Tentò violenza sessuale su una turista francese: arrestato

Lei aspettava il treno in stazione in piena notte, lui si era offerto con modi gentili di accompagnarla sul convoglio. Ma una volta a bordo ha provato un approccio violento. Identificato dalla Mobile in poche ore, ieri è stato arrestato: si tratta di un 28enne marocchino. E' in carcere.

Squadra Mobile

Meno di una settimana ci ha messo la Squadra Mobile della Questura della Spezia a scovare ed arrestare il giovane che, il 6 settembre scorso, tentò di condurre una violenza sessuale ai danni di una turista francese all’interno della stazione centrale. Si tratta di un 28enne di origine marocchina, nei confronti del quale sono emersi inequivocabili elementi di colpevolezza. L’uomo fece perdere le proprie tracce dopo che la sua vittima era riuscita a sottrarsi alle sue grinfie, allertare alcuni passeggeri in attesa e infine denunciare tutto alle forze dell’ordine.

Nella notte tra domenica e lunedì scorso, una 24enne – dopo aver perso il treno che doveva portarla in una località di un’altra regione, dove alloggia per le vacanze – aveva deciso di riposare su una panchina all’interno della stazione della Spezia Centrale. Verso le 2, era stata avvicinata da un giovane che aveva incontrato poco prima e che, traendola in inganno, le aveva fatto credere che il treno fosse già pronto sul binario 4. Con modi amichevoli, si era reso disponibile ad accompagnarla sul treno, dove avrebbe potuto riposare in attesa della partenza.

Saliti a bordo del convoglio, l’uomo aveva cambiato improvvisamente atteggiamento. Prima alcune avances, respinte con fermezza dalla ragazza, e poi un approccio molto più rude e diretto. La francese, dopo aver respinto l’aggressione e approfittando di un momento favorevole, è riuscita a darsi alla fuga, richiedendo l’aiuto di altri passeggeri. Sono stati loro ad allertare il numero unico di emergenza “112”.

Sul posto erano arrivati in pochi minuti gli agenti della Volante, che hanno assistito la vittima e raccolto i primi elementi. Da lì è partita un’indagine, coperta dal massimo riserbo per non dare una chance di fuga all’uomo. Identificato nel giro di poche ore e raccolti elementi probatori nei suoi confronti, è partita la caccia all’uomo.

Nel frattempo la ragazza, accompagnata al pronto soccorso, è stata medicata per una contusione al volto e, successivamente, accompagnata negli uffici della Questura dove, grazie ad un interprete dell’ufficio immigrazione, ha potuto sporgere denuncia e fornire ulteriori importanti elementi per il prosieguo delle indagini.

Oltre alla testimonianza della vittima, è stato determinante il lavoro di analisi delle immagini delle telecamere di sicurezza dello scalo ferroviario, subito poste a disposizione dalla security di RFI con la collaborazione della Polfer spezzina, e la conoscenza del territorio da parte degli investigatori, i quali hanno in poche ore dato un nome all’autore del delitto. La stessa vittima ha potuto riconoscere l’uomo. I sostituti procuratori Elisa Loris e Monica Burani hanno richiesto nei confronti dell’indagato l’applicazione della custodia cautelare in carcere, emessa dal gip Fabrizio Garofalo.

L’autore della violenta aggressione è stato infine rintracciato nella serata di sabato in via Fiume, dopo una serrata battuta di ricerca da parte di diversi equipaggi della Mobile, coordinati dal dirigente Lorenzo Mulas e dal vice dirigente Alessandro Pescara Di Diana. Il 28enne, condotto presso il carcere di Villa Andreini, risulta essere un pluripregiudicato, sottoposto per altri reati alla misura cautelare del divieto di dimora nella provincia della Spezia, tossicodipendente e già destinatario di misure di prevenzione emesse dal Questore della Spezia. Il procedimento di espulsione dal territorio nazionale era stato temporaneamente sospeso a causa di gravi problemici clinici, ma sarà riavviato dall’ufficio immigrazione nel momento della scarcerazione.

Più informazioni
leggi anche
Filippo Ivani
Dopo l'operazione della polizia di stato
Tentata violenza su una turista, Ivani: “Basta sconti e ritardi, aggressore deve essere espulso”
Stazione centrale
Arrivano nuove telecamere e vigilanza
Sicurezza: la stazione centrale chiusa di notte, parte la sperimentazione
Polizia ferroviaria alla Stazione centrale
L'impegno di rete ferroviaria italiana
Chiusure notturne e un cancello, stretta sulla stazione centrale