Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ultimo atto con lino guanciale

La Spezia Estate Festival chiude i battenti con oltre 5mila presenze

Lino Guanciale in "Non svegliate lo spettatore"

Si è chiusa con lo straordinario successo di “Non svegliate lo spettatore” la 2^ edizione della rassegna teatrale “La Spezia Estate Festival”. Il bravissimo ed eclettico Lino Guanciale ha reso omaggio alla vita e alle opere di Ennio Flaiano, con la regia e l’accompagnamento musicale di Davide Cavuti.

“Un’estate di successo travolgente senza precedenti, dato anche lo straordinario sforzo organizzativo per le condizioni di sicurezza antiCovid – dichiara il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini –. Oltre 14 mila persone hanno partecipato al Festival Internazionale del Jazz, ai concerti della grande musica italiana e agli spettacoli del teatro estivo: un successo che ha visto la partecipazione di spezzini e turisti che, con grande collaborazione vista la situazione sanitaria, hanno risposto con entusiasmo a tutte le offerte culturali che l’Amministrazione ha messo in campo. Se tutto questo è stato possibile è stato soltanto grazie a un importante lavoro di squadra con tutto il personale comunale coinvolto, con i service tecnici e della sicurezza, lavorando giorno e notte per la cittadinanza. Un sentito ringraziamento anche ai due direttori artistici, l’uno del Festival del Jazz, Lorenzo Cimino, e l’altro della Spezia Estate Festival, Alessandro Maggi, e a tutti gli sponsor che hanno sostenuto e creduto a un’estate spezzina che ha avuto l’ambizione di essere, davvero, il segnale forte e concreto della ripartenza”.

In totale sono quasi 5.200 gli spettatori che hanno partecipato ai 16 spettacoli del cartellone: “Il mio ringraziamento va innanzitutto a chi ha reso possibile la rassegna – sottolinea il direttore artistico Alessandro Maggi – all’amministrazione comunale spezzina e al sindaco Peracchini, agli sponsor, allo staff organizzativo e tecnico, ai giornalisti. Grazie al meraviglioso pubblico che ha trascorso tante serate in Piazza Europa. La programmazione stabilita è la prova che tanti pubblici differenti si riuniscono ed escono dalle loro segmentazioni, legittimando il teatro di qualità. E’ stato un bellissimo ricominciare, nella speranza di proseguire questa reciproca necessità di ritrovarsi fra pubblico e artisti”.

A partire dal 19 luglio scorso il palco di Piazza Europa ha visto alternarsi grandi nomi del teatro e compagnie di ricerca: oltre a Lino Guanciale, Flavio Albanese, Sergio Rubini, Glauco Mauri e Roberto Sturno, Riccardo Buffonini con la Compagnia Eco di Fondo, Edoardo Leo, Alessio Boni e Marcello Prayer, Chiara Francini e Andrea Argentieri, Alberto Fasoli, la coreografa Alessandra Panzavolta con Mediterranean Dance Company, Paolo Rossi, Beatrice Schiros con Nove Teatro e Mario Perrotta. Spazio anche agli artisti del territorio: Battiato Libero, Mitilanti, Roberto Alinghieri.