Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cultura e Spettacolo

Premio LericiPea “Paolo Bertolani” 2021 a Kaballà

Sezione “cantautoriale”.

Kaballà

Golfo dei Poeti: Il 22 agosto alle ore 21, al Parco Shelley di San Terenzo (Lerici),
nell’ambito di uno spettacolo di musica e poesia, avrà luogo la premiazione del vincitore
della neonata “sezione cantautorale” del Premio “Paolo Bertolani”. Istituito nel 2007
dall’Associazione LericiPea per celebrare e divulgare la Poesia dialettale (prendendo il
nome dal grande poeta della Serra di Lerici, Paolo Bertolani), nel 2021 si va ad arricchire
di una sezione collaterale dedicata alla “poesia in musica”; ovvero, ai cantautori dialettali.
Sin dall’antichità, è ormai accertato che la poesia nasca e si accompagni con la musica. La
tradizione omerica testimonia quanto di più fruttuoso sia stato, da sempre, nei millenni e
fino ai nostri giorni il connubio tra versi e suoni, tra parole e melos. E la poesia con
l’acustica, ha non trascurabili radici remote e popolari.
Il primo premiato della nuova Sezione Cantautorale, e’ Giuseppe Rinaldi, in arte
Kaballà: artista di fama internazionale, grazie alle notevoli collaborazioni, dal cinema al
musical, dalla lirica al pop world e ai consensi di critica e pubblico. Autore e musicista di
rara intensità e raffinatezza, ha saputo fondere con talento e maestria la vocalità antica
della lingua siciliana con sonorità contemporanee, mescidazioni e contaminazioni pop
internazionali e sound mediterranei: vocalità e sonorità ricche, va da sé, di risonanze, echi
letterari e musicali. Ecco allora canzoni, quelle di Kaballà, che sono autentiche poesie,
poesie che coincidono sapientemente con l’arte antica del verso e della rima popolare
derivata dall’ottava siciliana, dagli stornelli e dagli strambotti. Molti i modelli ispiratori:
dal magistero del cantautorato di De Andrè (che sposa letteratura alta e dialetto popolare),
ai cantari della tradizione siciliana, fino ai poeti dialettali del Primo, del Secondo
Novecento e di oggi, che hanno fatto grande la Sicilia: Ignazio Buttitta, Salvatore Di
Pietro, Santo Calì, Giuseppe Battaglia, Nino Pino, Nino de Vita, Salvo Basso, Biagio
Guerrera… Un mondo di voci, di umori, di colori e sonorità impregnate di cultura
mediterranea, di Pietra nera o lavica, di acqua e di salsedine; di odori di cibo di strada e di
sapori intensi e irripetibili. Canzoni antiche e contemporanee, ipnotiche e coinvolgenti,
ospitali come l’antica lingua, buone compagne di vita, nella fedeltà dei passi alle radici.
In Kaballà, la parola incontra il suono, la voce sposa la musica, la cultura tiene unite, ora e

sempre, espressione popolare e produzione alta, dando vita ad un universo sensibile che
affascina, che convince, che rapisce l’ascolto: come il suadente canto delle Sirene, come
nel periglioso e meraviglioso viaggio di Ulisse di ritorno a Itaca.

leggi anche
Targa in memoria del poeta Paolo Bertolani
Scomparso nel 2007
Narbostro, targa in memoria di Paolo Bertolani
Generico novembre 2021
Aperta posizione
Il LericiPea cerca un segretario organizzativo. Invia il tuo curriculum