Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
"incrementare popolazione stabile"

Puc, Lerici mette nero su bianco le coordinate per la revisione

Viabilità, calo demografico, dinamiche turistiche, servizi, patrimonio edilizio. Senza dimenticare il Piano Casa, che Palazzo civico vuole adeguare al territorio comunale.

Lerici

Lerici mette nero su bianco i binari che guideranno la revisione del Piano urbanistico comunale, incarico affidato nei mesi scorsi. In particolare, con apposito atto di indirizzo, la giunta Paoletti ha delineato, “a titolo non esaustivo, i temi su cui l’opera di revisione dovrà focalizzarsi e svilupparsi. I risultati oggetto dei diversi profili di analisi tecnica saranno poi, nel loro formarsi, condivisi e discussi in sede consiliare attraverso le commissioni competenti”. E di quali temi si tratta? Problemi di sosta e viabilità, livello di occupazione e utilizzo del patrimonio edilizio (considerando anche l’alta presenza di seconde case), calo della popolazione residente, difficoltà ad avere la prima abitazione per le fasce più deboli, e ancora concentrazione delle presenze turistiche in determinate parti dell’anno, necessità di dare sviluppo alle attività produttive, turistico ricettive, agricole e artigianali, dotazione di servizi strategici per ambiti quali formazione e terza età, sicurezza del territorio e delle attività in relazione alla presenza dei rischi idraulico e idrogeologico. Questi e altri argomenti saranno affrontanti nel corso della redazione della variante e, sulla base degli studi e delle proposte che il gruppo di lavoro produrrà, saranno avviati i confronti e il percorso che porterà ala formazione della Variante al Puc.

Oltre ai punti prima menzionati, c’è una ulteriore, cardinale questione, assai dibattuta in questi mesi, in particolare in riferimento all’intervento edilizio di Salita Canata: il Piano Casa. “Questa amministrazione – si legge – ritiene opportuno e necessario procedere partendo ad integrare la normativa del Piano Urbanistico vigente con la specifica disciplina della LR 49/09 e smi (Piano Casa). Si intende a breve e preventivamente completare l’acquisizione della legge sul Piano Casa appunto con una corsia preferenziale considerato che la legge già opera, in deroga alle previsioni del Puc, in maniera avulsa rispetto alle specificità paesistiche territoriali, soprattutto in relazione alle possibilità di delocalizzazione”. Si ricorda che, ad esempio, è in virtù del Piano Casa che si possono trasferire volumi (anche con incremento di metrature) da aree esondabili ad altre zona del territorio comunale, anche di pregio sensibilmente maggiore. “La preventiva acquisizione al Puc della disciplina del ‘pacchetto di norme’ del cosiddetto Piano Casa – si legge ancora nell’atto di indirizzo di Palazzo civico – consentirà di evitare compromissioni e l’alterazione casuale degli assetti territoriali-urbanistici esistenti e futuri”. In altre parole, armonizzare le possibilità offerte dalla legge con quello che è il territorio lericino. “L’inserimento normativo – si spiega – dovrà tenere conto dei caratteri ambientali, paesaggistici ed urbanistici del territorio di Lerici e della omogeinizzazione delle norme con gli obiettivi della pianificazione locale ed in particolare con le esigenze di incrementare la popolazione stabile. Nella articolazione degli incentivi volumetrici previsti dalla disciplina sarà possibile introdurre meccanismi di condizionamento delle maggiori quantità in funzione dell’incremento della popolazione stabile”.

Più informazioni
leggi anche
Piano casa, Lerici, perimetri di origine e destinazione (dalla relazione che andrà in consiglio il 30/9/2021)
Passaggio in commissione
Limiti ad ampliamenti e spostamenti per un Piano casa a misura di Lerici