Quantcast
Paolo Mieli a Sarzana per il centenario dei fatti del 21 Luglio - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
1921-2021

Paolo Mieli a Sarzana per il centenario dei fatti del 21 Luglio

L'evento promosso da Cna si terrà alla Fortezza Firmafede. Ponzanelli: "Conoscenza della storia è essenziale per lo sviluppo di una coscienza critica". Matellini: "Fondamentale conservare la memoria di questo episodio storico".

Paolo Mieli

Nel centenario dei “Fatti di Sarzana” del 1921 sarà protagonista a Sarzana Paolo Mieli, già direttore della Stampa e del Corriere della Sera e tra le firme più prestigiose e conosciute del giornalismo e della storia del panorama italiano, per un confronto sulla storia recente e sulla memoria storica della nostra città. L’evento, che si terrà proprio in occasione del centenario il prossimo 21 luglio, e che sarà a cura di CNA, nella suggestiva cornice della Fortezza Firmafede, concedendo il patrocinio e prevedendo un contributo economico a parziale copertura dei costi organizzativi e logistici.

La serata si svolgerà, naturalmente, nel rispetto delle disposizioni nazionali e regionali dettate dalla lotta al Covid 19 che saranno in vigore al momento dell’evento e che saranno aggiornate nelle prossime settimane. Per questo saranno successivamente valutate e comunicate opportunamente le modalità operative per quanto concerne la partecipazione del pubblico, prenotazione della serata e ogni altro dettaglio dell’evento. Non sarà in ogni caso l’unico evento organizzato dall’Amministrazione comunale per il centenario dei “Fatti del 1921”, per cui è già stata convocata dal sindaco la Commissione preposta e incaricati i consiglieri comunali commissari della redazione di un programma, che sarà parallelo all’evento in Fortezza Firmafede con Paolo Mieli.

“Dato atto – si legge nella delibera di giunta – che la presenza di un giornalista e ricercatore storico molto noto e apprezzato come Paolo Mieli, che negli ultimi anni ha concentrato la propria attenzione soprattutto sulla storia del Novecento, rende l’iniziativa di notevole interesse culturale e prefigura una significativa presenza di pubblico”.

“La storia è testimonianza del passato e la sua conoscenza, oltre a essere un diritto per ogni cittadino in una società libera e sana, è essenziale nello sviluppo di una coscienza critica personale – ha affermato il sindaco di Sarzana Cristina Ponzanelli -. Il confronto con Paolo Mieli, che non ha bisogno di presentazioni per autorevolezza e conoscenza della storia del novecento, potrà contribuire in modo rilevante alla riflessione che vogliamo promuovere sulla storia recente e sui “Fatti di Sarzana”, che proprio in quella serata vedranno compiere il loro centenario. Soltanto dalla conoscenza della storia possiamo dotarci degli anticorpi necessari ad evitare gli errori del passato, per questo ringraziamo CNA per il supporto e per l’organizzazione della serata, che è un giusto riconoscimento alla volontà di impegnarci per non disperdere la memoria di ciò che è stato”.

“Ci siamo attivati da subito nell’organizzare un evento in grado di dare il giusto rilievo a questa ricorrenza – commenta il direttore della Cna spezzina Angelo Matellini -. Riteniamo fondamentale conservare la memoria di questo episodio storico di resistenza spontanea al fascismo che può raccontare lo spirito del territorio sarzanese e della Val di Magra. Un evento importante che ha caratterizzato il 1921: un anno cruciale per i successivi sviluppi storici locali e nazionali”.

A fronte dell’evento a disposizione del Comune sarà messo a disposizione del pubblico un congruo numero di copie dell’ultimo libro di Paolo Mieli la “Terapia dell’oblio”.

leggi anche
Piazza Santa Croce alla Serra
1922-2022
Verso il centenario dei Fatti della Serra, a febbraio convegno dell’Anpi lericina