Quantcast
"Una variante al Puc che renda il Piano casa più congruo con il territorio" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Legge regionale

"Una variante al Puc che renda il Piano casa più congruo con il territorio"

Questo l'intendimento dell'amministrazione comunale di Lerici, come emerso ieri nella commissione consiliare dedicata a Salita Canata.

Salita Canata

Prenderà il via entro l’anno l’intervento in Salita Canata innestato su quanto previsto dal Piano casa. Si tratta, in particolare, della realizzazione di due edifici residenziali che saranno costruiti mediante ‘ricomposizione volumetrica’, questo il termine tecnico, di più fabbricati situati al Senato e posti in zona ad elevata pericolosità idraulica. A parziale scomputo degli oneri di urbanizzazione, il privato, in virtù di una convenzione con il Comune di Lerici, si impegna a realizzare circa 134mila euro di opere di pubblico utilizzo, in particolare l’allargamento di Salita Canata e venti posti auto in Via San Giuseppe. Questa la ben nota premessa. Del tema, molto dibattuto nelle settimane scorse, si è parlato anche ieri in commissione consiliare, viste la mozione e l’interpellanza in merito avanzate dal gruppo di opposizione ‘Siamo il Golfo dei poeti’, rappresentato in commissione dalla consigliera Arianna Bucci, che ha invitato Palazzo civico a valutare la possibilità di aprire una maggiore discussione dell’intervento con la cittadinanza.

“Qua applichiamo norme in essere, sulle quali la parte politica ha voce in capitolo fino a un certo punto – ha spiegato il vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici Marco Russo -. Nella mozione scrivete che le opere di urbanizzazione non sono state chieste da nessuno. Ma parliamo di interventi necessari: se pensate che la situazione di Salita Canata sia regolare allora non possiamo trovarci d’accordo. Ci sono stanti anche interventi della Municipale per consentire il transito dei mezzi di soccorso. Con questi interventi si mette a posto la situazione e si ottiene un transito a norma di legge”. L’assessore, in merito alla realizzazione dei posteggi, ha sottolineato che “ci sarà un movimento terra molto contenuto e non saranno abbattuti alberi, eventualmente alcune piante saranno spostate”. Russo ha quindi affermato, riprendendo uno dei punti della mozione, che non sussiste il valore testimoniale per la parte della Salita Canata che sarà allargato. Mentre in merito alla norma del Piano casa in sé, l’esponente della giunta ha osservato che “come amministrazione abbiamo dato incarico per la variante al Puc in modo da recepire il Piano casa facendo sì che lo si possa in qualche modo normare in modo più congruo e adeguato al nostro territorio”.
Il consigliere Emmone Crocini, presidente della commissione, ha a sua volta parlato della necessità di apportare migliorie a Salita Canata in termini di sicurezza della viabilità, questo anche sulla scorta della sua lunga esperienza come agente della Municipale; e l’assessore Claudia Gianstefani ha invitato “a non diffondere falsità sul progetto, altrimenti di scade nel discorso da bar”. Infine, in merito all’interpellanza, l’assessore Russo ha spiegato che la zona a rischio idraulico da cui ‘provengono’ i volumi è stata definita tale dall’Autorità di bacino con uno studio effettuato sulla base dei un evento alluvionale dl 2010.

leggi anche
Il Comune di Lerici, gennaio 2018
Legge regionale
Lerici, ok all’aggiornamento del Puc che limita il Piano casa