Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Al san bartolomeo di sarzana

Staffiere, il primo vaccinato: "Un evento memorabile per tutti"

Staffiere con il sindaco Ponzanelli

“Il 31 dicembre del 2020 è una data che rimarrà impressa nella mia mente”. Così oggi il dottore Raffaele Staffiere, responsabile del Pronto Soccorso del San Bartolomeo di Sarzana, primo vaccinato nella nostra provincia. “Per me – ha scritto – per tutti i cittadini della provincia, della regione, dell’Italia e dell’Europa segna un evento memorabile: l’inizio della fine di questo maledetto virus. Vivo questa giornata come il giorno della liberazione da un incubo che ha portato buona parte degli italiani, dei concittadini a sofferenze e privazioni. Un forte abbraccio a tutti quelli che hanno vissuto direttamente la malattia, ai famigliari che non hanno mai potuto essere accanto ai loro cari, a tutti quelli che hanno perso in questa pandemia mogli, mariti, figli, amici. Non per ultimo un abbraccio a tutti quelli che hanno dovuto chiudere le loro attività commerciali, a quelli che sono rimasti a casa senza stipendio. Il vaccino porrà fine a tutto questo. Ecco perché mi sono vaccinato, perché vi rispetto tutti”.

Soddisfazione espressa anche dal sindaco di Sarzana Cristina Ponzanelli che ha affermato: “Il nostro dottore rappresenta i fantastici operatori sanitari del San Bartolomeo, presidio Covid essenziale durante l’intera emergenza per tutta la nostra provincia e comunità, che hanno saputo resistere e combattere con forza, coraggio, abnegazione, un nemico epocale. La battaglia non è ancora conclusa e ognuno deve continuare a fare la sua parte, ma oggi abbiamo un’arma in più per raggiungere finalmente la vittoria su questa maledetta malattia”.