Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Due arresti

Fuga ai duecento all’ora sulla A15 per scappare dalla Stradale

A finire in manette due uomini già denunciati il giorno precedente. Le nuove accuse sono per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Polstrada

A bordo di un Suv rubato hanno cercato di seminare la Polizia stradale, con manovre spericolate raggiungendo anche i 200 chilometri orari. Si è conclusa con l’arresto di un cittadino tunisino e un moldavo la rocambolesca fuga avvenuta ieri notte sulla A15. A intervenire è stata la Polizia stradale che ha intercettato l’auto di grossa cilindrata dopo che era stata diramata la segnalazione del furto avvenuto, nell’abitato di Potremoli.
Alla vista dei lampeggianti, i due occupanti per evitare di essere fermati hanno iniziato la folle fuga, nel tratto appenninico dell’autostrada, ad una velocità superiore a 200 orari, compiendo manovre pericolosissime per la propria ed altrui incolumità. L’inseguimento si è prolungato per oltre 40 chilometri.
I malviventi hanno superato i veicoli che ostacolavano la loro corsa, in tratti anche a doppio senso di circolazione, con il pericolo concreto di scontrarsi frontalmente con chi, ignarodi quanto stesse accadendo, viaggiava nel suo senso di marcia.

Per porre fine ad una situazione di così alto rischio, tre pattuglie della Sottosezione di Pontremoli, in collaborazione con una pattuglia della Sottosezione di Berceto, che opera sul versante emiliano dell’autostrada della Cisa, riuscivano a rallentare l’intera circolazione autostradale, costringendo i fuggitivi a rallentare a loro volta e a procedere in tal modo al loro fermo, direttamente sulla carreggiata autostradale.
Le due persone, una di nazionalità moldava e tunisina, domiciliate nella città di Bologna già sottoposte a denuncia sempre dalla Polizia Stradale di Pontremoli il giorno precedente, sono state arrestata in flagranza per i reati di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.
Il Suv rubato è stato recuperato con un carro attrezzi, trasportato nei locali della Sottosezione della Polizia Stradale di Pontremoli per essere immediatamente riconsegnato al proprietario, che nel frattempo aveva sporto denuncia di furto.

Più informazioni