Quantcast
Lazzoni: "Altro che auguri, quelle sono brochure elettorali" - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
La polemica

Lazzoni: "Altro che auguri, quelle sono brochure elettorali"

Paola Lazzoni

“Il sindaco Paola Sisti ha iniziato la campagna elettorale per le amministrative 2021 utilizzando i soldi dei cittadini.

Infatti, con il pretesto degli auguri natalizi, ha inviato nelle case dei santostefanesi un certo numero di brochure promozionali a spese dei contribuenti e contenenti una narrativa distorta della realtà e tante promesse, meramente elettorali.

Continua a descrivere come interventi eccezionali quelli di miglioramento delle scuole, dimenticando che, in una società civile, dovrebbe trattarsi di opere di ordinarietà e che, comunque, la loro attuazione è stata imposta a seguito di esposti di comitati e sollevazioni popolari dei genitori, visto che in una primissima riunione, il Sindaco ebbe il coraggio di raccontare che le nostre scuole erano sicure, pur avendo un indice di sismicità altamente critico.

Sono due anni che racconta che il progetto per il nuovo Polo scolastico è prossimo alla realizzazione ed ha costretto il Consiglio Comunale ad accettare la vendita di quote della partecipata Svar pur di avere la disponibilità di una compartecipazione sostanziosa; oggi è chiaro che il Sindaco ha raccontato sogni ed ha illuso la comunità scolastica, poiché il nostro comune non è stato contemplato dalla graduatoria dei finanziamenti. Ed il Sindaco, pur di continuare a raccontare un sogno e tagliare un piccolo nastro, si ostina a voler intraprendere la realizzazione di un primo stralcio accedendo all’ennesimo mutuo!

Concordiamo sull’importanza della cultura, pane per le nostre menti, essenza per i nostri giovani; ma si smetta di propinare cultura politicizzata.

Chiederemo conto di come sono stati ripartiti i soldi spesi per la realizzazione dei video natalizi, di come sono state selezionate le aziende ed i protagonisti coinvolti, auspicando di non avere sorprese che ne evidenzino l’ennesima finalità elettorale.

Sono 5 anni che questa amministrazione è al palo sulle tematiche ambientali che, nonostante i soldi spesi, non hanno avuto ancora risposte: Vaccari, Brina, La Macchia, le fognature .. per non parlare del biodigestore rispetto al quale non accettiamo ne lezioni ne accuse sottilmente alimentate dal Sindaco tramite i canali social. Adesso vediamo se anche il Ministero si assumerà le proprie responsabilità con interventi certi e decisivi.

Infine, apprezziamo l’unanimità con cui è stato deciso di istituire una commissione ambiente! Finalmente potremo far luce su dinamiche la cui complessità è stata spesso usata per divulgare strumentalmente fake news a scopi politici”.

Paola Lazzoni

Insieme per voltare pagina