Quantcast
Cave e archeologia, un percorso espositivo che tocca anche Luni antica - Citta della Spezia
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Il progetto del comune di carrara

Cave e archeologia, un percorso espositivo che tocca anche Luni antica

Museo Archeologico di Luni

Un progetto espositivo dedicato ai reperti archeologici rinvenuti nelle cave attive di Carrara: questo il progetto che l’amministrazione comunale intende realizzare in sinergia con Mibact e Soprintendenza. “Sarà realizzato all’interno dell’area archeologica di Fossacava, una soluzione accolta positivamente dalla stessa Soprintendenza”, spiega Federica Forti, assessore comunale alla cultura -. Il nuovo percorso espositivo sarà quindi allestito nella cava di età romana che sorge lungo la strada comunale per Colonnata, in località Tarnone, nota per la sua particolare forma ad anfiteatro e per l’importante valore storico e archeologico che riveste. “Il dirigente del Settore Turismo – continua l’assessore Forti – ha dato l’incarico alla società Archeodata per un progetto esecutivo che prevede la collocazione dei reperti e un percorso ragionato con cartellonistica, video in 3D che ricostruisce l’area e oggetti riprodotti per un percorso tattile. Come relazionato nelle commissioni opportune, ricordo che la settima commissione ha accolto il parere favorevole di tutti i consiglieri. A Fossacava nascerà un Parco Archeologico e chiederemo alla Regione il riconoscimento di Ecomuseo. Stiamo muovendo i primi passi per sottoscrivere un accordo di collaborazione con il Museo di Luni al fine di creare un percorso turistico che coinvolga anche Fossacava e i musei cittadini. Il parco archeologico – conclude Forti – si strutturerà dunque come un museo diffuso sul territorio, inglobando nel percorso di visita il già esistente museo civico del marmo. I due poli raccontano due capitoli distinti e complementari della storia dell’escavazione del marmo a Carrara e ci permettono di coniugare archeologia classica con archeologia industriale”.

leggi anche
Anfiteatro di Luni
Si svolge a paestum
Luni sbarca alla Borsa mediterranea del turismo archeologico